BANK OF IRELAND: risparmiatori truffati per omessa informazione

Adusbef e Federconsumatori faranno di tutto per tutelare centinaia di risparmiatori,che seguendo i cattivi consigli delle banche, avevano investito i propri sudati risparmi sulle obbligazioni di Bank of Ireland, restando vittime di una omessa informazione,ed oltre al danno di trovarsi accreditati sul proprio conto corrente 1 centesimo di euro su ogni mille euro investiti, hanno subito la beffa di pagare pure qualche euro di costo dell’operazione alla banca.

Bank of Ireland duramente colpito dalla crisi, ha deciso di ristrutturare i suoi 18 prestiti obbligazionari, l’ultima questa estate, quando ha proposto a chiunque possedesse una delle 18 obbligazioni subordinate, di scambiare – incassando una perdita – quei titoli con nuovi bond garantiti dallo Stato irlandese, mentre chi non aderiva si ritrovava rimborsato di 1 centesimo ogni mille euro. Quando l’offerta si e’ chiusa l’8 luglio scorso, molti risparmiatori italiani non avevano aderito, perdendo praticamente tutto il loro investimento, perchè non erano stati informati della proposta avanzata dalla banca, che non ha chiesto all’autorità di borsa di pubblicare un prospetto e sfruttando così le maglie larghe della legislazione.

In tutto questo le banche italiane hanno fatto come Ponzio Pilato, avvertite da Bank of Ireland della ristrutturazione del debito, operazione approvata in precedenza dalla Commissione europea, non hanno fatto sapere nulla ai loro clienti, i quali se informati, di fronte all’alternativa di ricevere 1 centesimo ogni mille euro o divedersi tagliati i rendimenti, avrebbero optato per la seconda soluzione.

Adusbef che tramite la delegazione della Regione Veneto, segue l’ennesimo scandalo finanziario dal luglio scorso ed assiste direttamente alcune famiglie truffate,assieme alla Federconsumatori, ha inviato una lettera a Consob e Bankitalia chiedendo l’immediata individuazione delle banche inadempienti che dovranno risarcire i risparmiatori dell’intero capitale investito o in subordine della quota capitale dei bond ristrutturati ai quali anno aderito risparmiatori di mezza Europa,eccetto quelli italiani,truffati e beffati ancora una volta da precise responsabilità delle banche e da una omessa vigilanza di autorità molto distratte.