Boe, conferma tassi allo 0,5% nonostante inflazione galoppante

LONDRA – Le conclusioni delle minute della Banca centrale d’inghilterra, suggeriscono una politica monetaria accomodante, nonostante il trend al rialzo del livello dei prezzi.

I tassi quindi rimarranno fermi allo 0,5%, e si tratta del ventunesimo mese consecutivo. Su nove membri del board, soltanto due hanno votato per un rialzo dei tassi. Si tratta di  Martin Weale e Spencer Dale. Adam Posen ha invece chiesto un ulteriore stimolo monetario da 50 miliardi di sterline per rafforzare l’economia del Paese.

La decisione assunta dalla banca inglese è piuttosto spinta, considerando che l’inflazione galoppa più che in altre economia, con un tasso al 4,2% nel solo mese di giugno, previsto in accelerazione ad oltre il 5% poi successivamente.

A subire i principali apprezzamenti sono stati i prodotto alimentari ed energetici: “il picco dell’indice dei prezzi al consumo probabilmente sarà leggermente più alto e arriverà prima rispetto a quanto stimato precedentemente dal Comitato”, ha dichiarato la BoE.

La banca centrale ha comunque chiarito che il target sull’inflazione rimane del 2%.