Borse europee contrastate, Fitch parla di “restricted default”

MILANO – Borse incerte, nel giorno successivo all’approvazione del  nuovo piano di aiuti alla Grecia. Attesa la reazione delle , mentre Fitch ha già  parlato di “restricted default”, riferendosi alla situazione del debito ellenico.

L’agenzia a stelle e strisce a parlato di prova importante per l’Ue, in particolare si è messo in conto un possibile default selettivo del debito della Grecia. Si tratta di un intervento che riguarderà solo parte del debito e prevede l’allungamento delle scadenze con il taglio dei tassi di interesse.

Tra i vari mercati, sottotono Milano che segna una flessione dello 0,15% a 19.470 punti, in netto rientro rispetto ai massimi di seduta. Parigi sale dello 0,5% mentre Francoforte perde lo 0,22%. Contrastata la borsa americana, con il Dow Jones in arretramento dello 0,4% ed in Nasdaq in rialzo dello 0,22%.

Dopo un avvio in pesante rialzo, le banche perdono terreno e viaggiano contrastate. Prese di beneficio su , che lascia sul terreno circa il 4%. Tra i titoli, in evidenza Milano Assicurazioni, con  un rialzo di circa il 10%. Bene anche Maire Tecnimont che sale di circa il 14,5%.

Tra gli industriali bene che sale di circa il 2% dopo all’annuncio dell’operazione su Chrysler, che porta il lingotto al 55% della casa automobilistica canadese.