Borse europee contrastate, Piazza Affari in calo. Crolla Milano Assicurazioni

MILANO – Giornata molto volatile per le borse europee, che dopo un avvio incerto verso metà seduta spingono il piede sull’acceleratore portando la performance sopra l’1%, per poi stornare in concomitanza con l’annuncio della Bce di innalzamento dello 0,25% dei tassi di interesse, portandoli così all’1,5%. Milano chiude la seduta in ribasso, con l’indice Ftse Mib in contrazione dello 0,25% a 19.735 punti. Meglio Parigi e Francoforte che segnano un progresso di circa mezzo punto percentuale. Tra i periferici in netto rialzo Lisbona +1,80%, che prova a recuperare il 3% perso ieri dopo l’annuncio del downgrade di Moody’s.

A Milano, continuano le vendite sui big del credito. Intesa Sanpaolo ha perso il 2,5%, mentre Unicredit il 4,2%, chiudendo non lontanissima dai minimi annuali. Continua la speculazione contro l’Italia, con il Btp decennale che offre un rendimento del 5,16% portando lo spread rispetto al bund a 220 basis point.

Sempre a Piazza Affari, continua il periodo No di Fondiaria Sai, oggetto di aumento di capitale. Il titolo perde oltre il 5%. Peggio la controllata Milano Assicurazioni, che lascia sul terreno il 7,2%.

In controtendenza Enel Gp, che guadagna oltre 3 punti percentuali dopo le perdite registrare negli ultimi giorni sulla scia di alcune indiscrezioni che prevedevano l’inserimento all’interno della manovra di una norma che tagliasse del 30% gli incentivi all’energie rinnovabili.