Borse europee, partenza in ribasso. Crolla Piazza Affari

MILANO – Apertura negativa delle piazze europee, con il Ftse Mib di Milano in discesa dell’1,7% a 18.135 punti. Ancora pressioni sul debito italiano, il cui spread rispetto al Bund tedesco sale a 317,8 punti, portando  il rendimento del decennale ad oltre il 5,8%.

Sono state disattese quindi le speranze del ministro Tremonti che, dopo il varo della Manovra, attendeva una reazione positiva dei mercati. Anche l’esito degli stress test ha visto tutte le banche italiane superare la prova, ma evidentemente non basta per imprimere la giusta fiducia ai mercati.

Ancora all’angolo le banche, con Unicredit del 3,3%, Intesa Sanpaolo del 4,11%.

Calano anche le altre borse europee con Parigi e Francoforte in ribasso rispettivamente dell’1,3 e dell’1,1%. Calano gli asset rischiosi come il petrolio, in contrazione di circa il 2% poco sopra i 97 dollari al barile. Continuano imperterrite la loro salita, gli asset rifugio oro e franco svizzero.