Borse europee sulla parità. Bene l’asta sul debito spagnolo

MILANO Borse europee in lieve rialzo in una giornata, almeno fino a questo momento scevra di emozioni. Continuano le tensioni sui bond dei Paesi Periferici, con il rendimento del decennale italiano al 5,15%, portando così lo spread rispetto al Bund ad oltre 220 basis point.

A Milano, l’indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,1% a 19.785 punti. Parigi e Francoforte salgono rispettivamente dello 0,4% e 0,5%. La borsa spagnola perde lo 0,1% nonostante le buone notizie provenienti dal fronte debito, grazie al collocamento di 3 miliardi di euro in asta del debito con scadenza 2014 e 2016.

Dopo il deciso ribasso di ieri, le banche viaggiano in territorio contrastato con Unicredit ed Intesa Sanpaolo in ribasso rispettivamente dello 0,1 e dello 0,5%. In rialzo invece Mps e Ubi Banca che salgono rispettivamente dello 0,3% e dello 0,2%. Tra gli industriali in rialzo Fiat dell’1,2%, Pirelli dell’1,2% e Tenaris del 2,2%. In ribasso dell’1,8% il titolo Ansaldo, nei giorni scorsi oggetto di un aumento di capitale gratuito.

Dopo i rialzi degli ultimi giorni, tra le mid cap, scende Telecom Italia Media, con un ribasso del 2,3%.