Bri richiama banche centrali a politica restrittiva

Proprio nel giorno in cui il premier cinese ha annunciato che difficilmente centrerà il target dell’ sotto il 4% facendo presagire nuovi interventi sui , la è intervenuta richiamando le principali mondiali ad adottare politiche di exit strategy, adottando politiche monetarie restrittive.

“La delle varie banche centrali deve essere maggiormente restrittiva, per contrastare con forza la crescita dei prezzi ed evitare di mettere nuovamente a rischio la stabilità finanziaria. Gli istituti centrali devono essere pronti ad alzare i tassi di interesse con maggiore rapidità rispetto a quanto fatto fino ad ora”.

In particolare la Bri sottolinea che i mercati emergenti dell’Asia e dell’America Latina stanno agendo con maggior decisione, a differenze di altre economie più sviluppate come Stati Uniti, Regno Unito e Giappone.

“La pressione inflazionistica sta crescendo rapidamente, con il balzo del prezzo delle commodities spinto anche da una maggiore pressione nel lato della domanda. Questo accresce i rischi sull’economia e richiede interventi più decisi dagli istituti centrali”.