Chi sarà il successore di Draghi? Parigi spinge per dimissioni Smaghi da Bce

ROMA – La successione di Mario Draghi alla direzione della Banca d’Italia è tutt’altro che scontata. Alle voci che vedono designato in consigliere europeo , ha risposto direttamente l’attuale presidente della Jean-Claude : “il mandato dei consiglieri esecutivi della Banca centrale europea è di otto anni”.

Il premier Berlusconi starebbe vagliando le diverse candidature, con Smaghi che pare il candidato naturale a sostituire Mario , destinato alla Banca Centrale Europea. Una mossa politica potrebbe esser proprio quella di facilitare Smaghi alla poltrona di Palazzo Koch, dato che la presenza di due italiani alla Bce, potrebbe esser non ben vista da Berlino e Parigi. Nei giorni scorsi su questo si era espresso il ministro francese Lagarde, secondo la quale un gesto professionale di Smaghi dovrebbe esser quello di dimettersi anticipatamente, prima della scadenza del mandato.

Per Trichet, non è elegante indurre alle dimissioni un membro, la cui scadenza naturale del mandato è al 2013. Diversamente, far pressione sul governo per designare Smaghi potrebbe essere la soluzione migliore. Tra gli altri candidati a confondere le idee al governo, Vittorio Grilli, direttore generale del Tesoro e Fabrizio Saccomanni, vice di Draghi in Banca d’Italia.