Cina, inflazione al 6,4%. Si teme surriscaldamento economia

PECHINO– Diffuso in mattinata il dato sull’indice dei prezzi al consumo in Cina, che evidenzia una crescita dell’inflazione del 6,4% rispetto all’anno precedente. Si tratta di un dato allarmante, con un’ascesa interminabile dei prezzi giunti sui massimi a 3 anni.

Per contrastare l’eccessivo surriscaldamento dell’economia di Pechino, la banca centrale locale ha provveduto ad incrementare i tassi di interesse, e agendo sul sistema bancario, vincolando l’erogazione di finanziamenti a condizioni più stringenti.

Il rialzo ha colpito soprattutto il comparto alimentare, dove negli ultimi anni sono aumentati i consumi. Tra le materie prime, le più colpite dagli aumenti la carne di maiale, la soia ed il riso. Per il governo l’azione contro il rialzo costante dei prezzi rappresenta una priorità assoluta, tanto che quello della scorsa settimana, si tratta del terzo rialzo di fila dei tassi da parte della banca centrale locale.