Deficit Usa, Moody’s mette sotto osservazione la tripla A

WASHINGTON – Negli ultimi giorni negli States continua a tener banco il tema deficit pubblico. In particolare il segretario del Tesoro Geithner e il presidente Obama, hanno esortato democratici e repubblicani a trovare un accordo sull’innalzamento entro 10 giorni, per scongiurare l’ipotesi default del debito.

Moody’s ha annunciato di aver messo sotto osservazione la tripla A sul debito a  stelle e strisce, proprio sottolineando la concreta possibilità che non venga trovato un accordo entro il 2 agosto, temine tassativo in cui lo Stato dovrà pagare gli interessi sul debito.

Il monito di Moody’s ricorda la necessità che il Congresso si muova rapidamente per evitare il default e si arrivi a un’intesa per un pacchetto di misure consistenti di riduzione del deficit”. Questo è stato il commento del sottosegretario al Tesoro, Jeffrey Goldstein.

Attualmente il tetto al debito è di 14,3 trilioni di dollari, ma per onorare gli interessi sul debito è necessario allargare le maglie. Obama ha mostrato ottimismo verso l’accordo, dopo aver ospitato i rappresentanti delle due fazioni politiche, domenica alla Casa Bianca. Si è parlato, di un accordo sull’innalzamento del tetto di ulteriori 2.500 miliardi.

Ieri anche Bernanke, presidente della Fed, è intervenuto sulla questione, chiamando al senso di responsabilità le istituzioni, sottolineando che anche un default temporaneo avrebbe effetti di una “catastrofe”.