Estate nera per il turismo, solo un italiano su cinque andrà in vacanza

La crisi economica continua a colpire le famiglie, che in molti casi non riescono a raggiungere la fine del mese e si vedono costrette a rinunciare alle vacanze estive. Secondo l’associazione dei consumatori Adoc infatti, andrà in vacanza soltanto un italiano su cinque, e spenderà mediamente 700 euro. Per l’associazione, tra passaporto e pernottamento, le vacanze costeranno in media 200 euro in più questo indurrà le famiglie a soggiorni più brevi.

“Sarà un’estate nera per il turismo, solo un quinto degli italiani andrà in vacanza e la maggior parte di questi opterà per viaggi brevi e economici. Sei italiani su dieci soggiorneranno al massimo per una settimana, mentre solo l`1% potrà permettersi quasi un mese di relax”, questo il commento di Carlo Pileri, presidente dell’Adoc.

La vacanza quindi costerà di più rispetto agli anni precedenti, e i rincari sono dovuti anche ai maggiori costi di trasporto. Ad esempio i traghetti costeranno il 70% in più dello scorso anno, con un prezzo medio di 230 euro. Un biglietto aereo, andata e ritorno, costerà mediamente 112 euro, con un rincaro del 7% rispetto allo scorso anno.

Tra le mete, secondo l’Adoc “il 58% sceglierà l’Italia e in particolare le località marittime – continua il presidente Pileri – per chi andrà all’estero la meta preferita è l’Europa, in particolare le città d’arte, solo il 23% si sposterà oltreoceano. Il 62% acquisterà un biglietto low-cost o si organizzerà in completa autonomia, magari in camper. I campeggi hanno registrato un aumento del prenotazioni del 2%, diventando la meta preferita dal 5% dei vacanzieri”.