Europa cauta attende vertice Ue, Piazza Affari in ripresa

Dopo i forti cali di ieri, avvio leggermente positivo per le Borse europee

Dopo i forti cali di ieri, avvio leggermente positivo per le Borse europee, che sembrano soprattutto attendere i risultati del vertice Ue sulla crisi dei debiti sovrani. L’indice Stoxx 600, che fotografa l’andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, cresce di poco più di mezzo punto percentuale, con Milano che rimane di gran lunga la piazza finanziaria migliore in partenza di giornata: +1,4%. Qualche acquisto si registra nei settori azionari dell’auto e delle costruzioni, ma sono soprattutto i titoli bancari a tentare il rimbalzo, con i gruppi made in Italy capofila (Unicredit +5,3%, Intesa +4,4%) dopo lo scivolone della vigilia. Ma si muovono bene in avvio di scambi anche Bnp Paribas (+4,2%) e Commerzbank, che sale del 4% netto.

Di seguito, gli indici dei titoli guida delle principali Borse europee: – Londra +0,28% – Parigi +0,72% – Francoforte +0,64% – Madrid +1,07% – Milano +1,47% – Amsterdam +0,26% – Stoccolma +0,52% – Zurigo +0,36%.

SPREAD ITALIA SOPRA 400, BTP 10 ANNI RENDE OLTRE 6% – Lo spread decennale dei titoli di Stato italiani continua a viaggiare sopra i 400 punti base, a poca distanza dai livelli record di agosto segnati prima che intervenisse la Banca centrale europea. Elevato il rendimento del Btp decennale di riferimento, che resta sopra il 6%. Quanto agli altri Paesi, il Portogallo ha un premio di rendimento di 1.012 punti base, la Grecia supera i 2.190 punti base, la Spagna i 355, la Francia è a 119 punti