Fisco: le imprese italiane pagano più tasse. Il doppio rispetto alla Spagna

ROMA – Le imprese italiane rispetto alle colleghe europee, sono afflitte da una maggiore tassazione, penalizzandone la competitività di mercato. Secondo i calcoli di e Deloitte, un’azienda che chiude l’anno con un utile di circa 380 mila euro al netto delle tasse, in realtà avrebbe realizzato un utile pre-imposte di 600 mila euro. Questo è dovuto ad una tassazione ben maggiore che altrove in Europa. Ad esempio rispetto alla Spagna, infatti Confindustria stima al 58% dell’imponibile la tassazione  effettiva, contro il 29% della Spagna.

Confindustria continua a sollecitare il governo a realizzare una riforma fiscale che alleggerisca il peso delle tasse per imprese e lavoratori, che secondo la Confederazione sono le due leve che “tengono in piedi il Paese”.

L’imposizione fiscale in Italia oltre che rispetto alla Spagna è superiore anche a Germania e Regno Unito, “il rapporto è decisamente superiore in Italia (58%) rispetto alla Germania (43%), al Regno Unito (40%) e alla Spagna (29%)”, continua la nota.

Sono il regime fiscale francese è superiore di quello italiano, con un’incidenza del 60%