Flop per i Saldi Estivi, vendite in calo del 10%

Quest’anno la stagione dei saldi è iniziata con il piede sbagliato. La crisi continua a sentirsi, e la perdita del potere d’acquisto finisce per penalizzare lo shopping. Le associazioni dei consumatori lanciano l’allarme, parlando di una contrazione delle vendite tra l’8% ed il 10% mentre rimane un cauto ottimismo da qui al termine della stagione estiva. Dopo tutto siamo ancora alla prima settimana di saldi, che per la prima volta sono iniziati in tutta Italia in contemporanea, il 2 luglio.

Adusbef e Federconsumatori sulla stagione dei saldi hanno emesso un comunicato congiunto affermando che: “la grave situazione economica e la conseguente riduzione del potere di acquisto delle famiglie, tanno incidendo più pesantemente di quanto previsto”. Il flop sarebbe trasversale, coinvolgendo tutta Italia. Sull’intero periodo le stime sono di una spesa complessiva pari a 1,2 miliardi di euro, con una spesa pro capite di 134 euro.

Secondo un’analisi condotta da Coldiretti, le abitudini di spesa dei cittadini del Nord e del Sud sono profondamente diverse, in quanto al Sud prevale la spesa per prodotti alimentari. L’indagine riferisce che mediamente in Italia viene destinata una spesa mensile di 467 euro per gli alimenti, con profonde differenze tra Regione e Regione, con le due estremità, da un lato il Trentino con 384 euro e dall’altro la Campania con 512 euro