Grecia, dati da default. Il Pil crolla -5,5%. Disoccupazione al 16,2%

ATENE –  L’economia di Atene continua a destare problema alle istituzioni internazionale, che da qualche settimana hanno allo studio il varo di un nuovo piano di aiuti. Il precedente, da ben 110 miliardi, a poco è servito, dato che il Paese ellenico non ha messo in atto le riforme strutturali promesse alla vigilia. Ora la si trova in una situazione economica drammatica, e gli ultimi dati macro divulgati non fanno che sincerare uno stato pietoso.  L’ufficio statistico nazionale (l’Elstat), ha comunicato ieri che la produzione industriale segna un rallentamento dell’11% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, e dell’8% rispetto al dato del mese precedente. Molto negativa anche la situazione del , con il tasso di al 16,2%, in rispetto al 15,9% della rilevazione precedente e dell’11,6% dello scorso anno. Il trend è impostato in negativo e senza riforme strutturali probabilmente anche questi aiuti potrebbero rivelarsi soltanto un palliativo. Il dato sulla classe giovane è ancor più drammatico, i giovani fino ai 24 anni registrato un tasso di disoccupazione del 42,5%. Tra i 24 e 34 del 22,6%. Tra i 35 e i 44 del 13,1%. Si tratta di dati che rendono difficile ogni piano di salvataggio e anche il nuovo piano in arrivo potrebbe soltanto allungare i tempi di quello che potrebbe rivelarsi un inevitabile . Nel primo trimestre di quest’anno, il ha registrato una contrazione pari a -5,5% su base annuale contro una stima preliminare di -4,8%.