Irpef, a Roma si paga il 30% di tasse in meno di Milano.

Da uno studio condotto dal Corriere della Sera sugli oltre 8 mila comuni italiani, attraverso i dati elaborati dall’Ifel, centro studi dell’Anci, sull’entità dell’Irpef pagato nel 2009 , emergono particolari molto interessanti. Ad esempio, Roma è il ventunesimo comune in classifica, pagando il 30% di tasse in meno di , che si trova invece al dodicesimo posto.

Nella capitale d’Italia la tassazione media è di 4.350 euro, contro i 6.357 euro del capoluogo lombardo. In testa alla classifica si trova un Paese del milanese, Basiglio,  con 9.774 euro.  Sul podio si trovano tre comuni della Lombardia. Al secondo posto Campione d’Italia, in provincia di  Como, con 9.686 euro e Cusago, provincia di Milano, con 7.697 euro. Tra i primi posti, anche gli altri comuni lombardi come Bergamo, Monza e Pavia con un Irpef medio superiore ai 5 mila euro.

Tra le città più note, al sesto posto, con un Irpef pro capite di 4.778 euro si trova , mentre al tredicesimo posto Firenze, con 4.243 euro. Nei primi venticinque Torino e Venezia. Tra le province, quella che paga meno Irpef è  Andria con 1.081 euro. Napoli e Messina seguono con 2.274 e 2.287 euro. Tra i comuni, fanalini di coda  Vel Rezzo e Caravagna  nel Comasco, con 190 e 329  euro di Irpef pro capite .