Jiabao, Pil Cina crescerà 8-9%. Difficile raggiungere target inflazione al 4%

L’obiettivo di  portare entro l’anno l al 4% difficilmente verrà centrato. A dichiararlo, proprio il premier cinese Wen . A questo punto probabile un nuovo ritocco ai , con l’obiettivo di limitare l’ascesa del livello dei prezzi. Per quanto riguarda la crescita economica, il Jiabao assicura un livello sopra l’8-9% rispetto all’anno precedente.

“La situazione finanziaria della Cina continuerà a essere tra le migliori del mondo quest’anno, con la crescita economica – continua Jiabao – mantenuta sopra l’8-9%, e il Cpi sotto controllo sotto il 5%”.

Il vero problema per Pechino è costituito dall’inflazione, che rischia di creare pericolose bolle speculative. Nel mese di maggio il livello dei prezzi è salito al 5,5%, che rappresenta un massimo negli ultimi 34 mesi. Per giugno e  luglio gli economisti si attendono un ulteriore apprezzamento.

Una spinta al rialzo dei tassi è arrivata anche da parte della Bri, la banca dei regolamenti internazionali, che ha precisato l’importanza di applicare politiche monetarie restrittive allo scopo di ridurre l’ascesa dei tassi. L’avvertimento riguarda anche l’occidente, Stati Uniti in particolare, dove i tassi sono fermi allo 0-0,25% da oltre 2 anni.