Nomisma, tre famiglie italiane su quattro compreranno casa con mutuo

Un’indagine di Nomisma sul risparmio delle famiglie italiane, rileva un tasso di risparmio nel 2010 inferiore rispetto alle due principali potenze europee, Germania e Francia. Nonostante tutto, l’indebitamento italiano è inferiore alla media europea. In particolare il rapporto debito su reddito disponibile in Italia è al 66% mentre la media europea è al 99%.

Secondo il rapporto, chi acquisterà casa da qui ai prossimi 12 mesi lo farà per oltre il 75% accendendo un mutuo. Si tratta di una situazione in  netto peggioramento dato che lo scorso anno, il dato si attestava al 50% circa. “La situazione economico finanziaria delle famiglie italiane e l’investimento immobiliare, sottolineando l’aumento vertiginoso della domanda di credito (seppure potenziale, corrispondente a 1,5 milioni di famiglie) in un contesto dove continua a prevalere un atteggiamento restrittivo nella concessione dei mutui e una riduzione del valore finanziato”.

Nomisma spiega che questo fenomeno riguarderà in particolare le famiglie giovani, dove il rapporto sfiora il 90%.”Si tratta – continua Nomisma – di scelte dunque spesso obbligate, che rischiano di essere frustrate dalle difficoltà di accesso al credito”.