Popolare di Milano, Piano industriale a suon di utili e dividendi

MILANO – Banco Popolare di Milano ha approvato il piano industriale 2012-2015. Si tratta di un piano ambizioso che prevede un forte rafforzamento patrimoniale, la realizzazione di investimenti, e l’erogazione di dividendi per gli azionisti. In particolare il piano prevede un tasso di crescita dei proventi operativi del 7,8% annuo, con un utile netto di 394 milioni di euro, con una crescita del 30% circa ogni esercizio.

Il Core Tier 1 dovrebbe così raggiungere quota 9,9% entro fine 2013. Inoltre nel periodo considerato la banca intende distribuire dividendi per 1 miliardo di euro, con un payout del 45%.

La banca intende inoltre intervenire sulla gestione del rischio, attraverso interventi specifici sul portafoglio crediti, finalizzati ad un maggior presidio del rischio. Il piano prevede poi una crescita degli impieghi al tasso annuo del 4,2% entro il 2015.

La raccolta diretta e indiretta è stimata a 16 miliardi di euro, in crescita del 4,8%. Inoltre è prevista l’applicazione di un nuovo livello organizzativo, con una razionalizzazione dei processi per migliorare il livello di efficienza.

Sull’aumento di capitale, il direttore generale Enzo Chiesa, ha indicato che sarò il Cda a settembre ad individuare le condizioni dell’aumento.