Rapporto Ricchezza, Italia al 10 posto. Cresce il numero di Paperoni in Asia

L’economia italiana negli ultimi 10 anni ha mostrato un trend di in forte rallentamento rispetto al resto del mondo. Di conseguenza, anche il numero di ricchi continua a calare drasticamente, tanto che secondo la classifica dei Paesi per numero di individui con patrimonio investibile pari ad almeno 1 milione di dollari, il Bel  Paese è stato superato dall’Australia finendo così al decimo posto.

Il rapporto annuale, noto come  World Wealth Report, viene redatto da Merrill Lynch Global Wealth Management e Capgemini. In Italia il numero di soggetti con tali disponibilità da investire si è contratto del 4,7% nel 2010. Il responsabile di Merrill Lynch Italia ha sottolineato che ha inciso notevolmente sul dato le cattive performance del mercato finanziario: “un calo del 13,6% della capitalizzazione di borsa ha agito da freno alla creazione di nel 2010. L’andamento della borsa viene preso come approssimazione per dare una valutazione del valore del patrimonio dei singoli high net worth”.

Da considerare inoltre una crescita economia al lumicino e un bilancio pubblico poco entusiasmante. Nel resto del mondo il numero di ricchi continua ad aumentare, e questo a discapito di una popolazione che a causa della crisi, nel complesso vive anni molto difficili. Il numero di individui con un patrimonio investibile superiore a 1 milione di euro è in crescita dell’8,3% a 10,9 milioni di persone, con un patrimonio complessivo in crescita del 9,7% attestandosi a 42.700 miliardi di dollari. A livello geografico, Germania, Giappone e Stati Uniti rimangono i Paesi con maggior densità di ricchi tanto da coprire circa il 53% della torta, mentre è l’Asia a registrare la variazione positiva più elevata.