Riforma Fisco, Marcegaglia striglia il governo

TORINO – Il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia torna a parlare dei conti pubblici e della debole crescita economica italiana nell’intervento di ieri all’assemblea dell’Unione industriale di Torino, sollecitando il a varare con urgenza interventi per stimolare l’economia “altrimenti siamo nei guai”. “E’ necessario approvare la manovra da 40 miliardi di ” promessa da per stimolare la crescita.

“Chi dice che il paese non può reggere una manovra dice una cosa falsa, dobbiamo reggere e riportare in equilibrio i conti pubblici. Questa manovra non può aumentare la pressione fiscale, quindi è necessario ridurre la in modo serio e continuativo”.

Marcegaglia sottolinea l’intervento di Moody’s, dopo che l’agenzia di rating ha avvertito l’Italia che un della potrebbe trascinarsi dietro anche il Bel Paese.

Sulla ricetta per la riforma del Fisco: ” noi pensiamo debba essere a parità di pressione complessiva e abbassi le tasse su imprese e dipendente magari alzando la tassazione sulle rendite finanziarie, lavorando sull’assistenza e sul qualche lieve aumento delle aliquote Iva. Le due cose – conclude – devono andare di pari passo”. Un’altra strada da percorrere è quella delle liberalizzazioni:  ”il governo deve fare di più perché finora ha detto grandi cose ma non ha fatto nulla, anzi sono stati fatti passi indietro”.