Saldi, vendite in calo. Codacons pessimista

Il saldi estivi sono partiti ieri ma nonostante il gran rumore della vigilia, i dati sulle vendite realizzate durante il primo giorno non hanno entusiasmato i commercianti, che continuano a parlare di una situazione difficile, dovuta al deterioramento della delle famiglie e dal calo della dei . Tornando ai saldi, per , durante la giornata di ieri “non si è registrato alcun boom degli acquisti”.

L’, che sta monitorando la situazione in tutta Italia, lascia intendere che dappertutto le vendite siano il calo rispetto allo scorso anno e al di sotto delle pur moderate attese della vigilia. Certo, è ancora presto per parlare e per far bilanci definitivi, ma sorprende che neppure durante il primo giorno ci sia stata la corsa allo .

Per quanto riguarda i dati Codacons, si parla di una contrazione delle vendite mediamente del 5% rispetto al primo giorno di saldi dello scorso anno. Le previsioni dell’associazione dei consumatori sono molto negative, che arrivano fino ad una contrazione del 15% rispetto allo scorso anno. Per ora la gente si limita a guardare, tanto che il centro pullula di gente, che entra ed esce a mani vuote dai negozi. Secondo Codacons, bisogna aspettare qualche altro giorno prima che i consumatori aprono i portafogli, ma alla fine saranno poche le scintille.