Spesa Alimentare, i single spendono il 71% in più

Un’analisi condotta da Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi ai consumi delle famiglie, evidenzia la situazione dei single, sottoposti a costi sensibilmente maggiori rispetto alle famiglie, riguardo la spesa alimentare. Il verdetto è chiaro: i single spendono in spesa alimentare il 71% in più rispetto alla media delle famiglie italiane.

Difatti, se mediamente un singolo componente di una famiglia spende 187 euro al mese in alimenti, la cifra sale a 320 euro per chi vive da “single”.

Per Coldiretti questa situazione è spiegabile: “nella necessità per i single di acquistare spesso maggiori quantità di cibo per la mancanza di formati adeguati che comunque anche quando sono disponibili risultano molto più cari di quelli tradizionali. Ad incrementare la spesa alimentare è anche l‘elevata presenza di sprechi perché è più facile, per la confezione di latte aperto, la mozzarella, la confezione di insalata aperta, i tortelloni iniziati rimanere in fondo al frigorifero ed essere inesorabilmente gettati nella pattumiera.

Tra le varie categorie di alimenti, le spese principali riguardano: la carne (75 euro), l’ ortofrutta (60 euro), pane, pasta e derivati dai cereali (50 euro), latte, yogurt e formaggi (45 euro), bevande (31 euro).