mercoledì, Giugno 19, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

“Eravamo la squadra più forte del mondo… finché non è arrivato Simeone”.

Roberto Firmino ha portato grandi gioie al Liverpool, ma la sua partenza la scorsa estate per l’Arabia Saudita ha segnato la fine del ciclo del brasiliano ad Anfield e anche di una generazione di giocatori che hanno reso i Reds la migliore squadra d’Europa. Nella sua autobiografia, che sarà pubblicata il 9 novembre, il calciatore racconta alcuni dettagli di quella squadra indimenticabile: “Non è un segreto per nessuno. Avevamo conquistato l’Europa, avevamo conquistato il mondo, ma mancava qualcosa: non avevamo ancora conquistato l’Inghilterra, ed era il trofeo della Premier League che i tifosi desideravano più che mai. Non ho dubbi che eravamo anche i migliori.” Marzo 2020, quando il pianeta si fermò a causa dell’epidemia.”

Nello specifico, Firmino cita Diego Pablo Simeone come uno degli artefici del grande finale del Liverpool: “Dopo 26 vittorie in 27 partite, era chiaro che il titolo era solo questione di tempo e che l’obiettivo era già cambiato: ora volevamo vincere”. il campionato senza sconfitte, ne abbiamo discusso tra di noi.” – E perché no? Dopotutto, ogni settimana era una vittoria dopo l’altra e il traguardo si avvicinava senza alcun segno o intenzione di rallentare. Ma poi abbiamo avuto una stagione negativa. Piccolo, ma sufficiente a costarci caro. Ciò potrebbe aver contribuito, nel lungo periodo, alla perdita della nostra egemonia europea e globale. Nel febbraio 2020 siamo andati a Madrid per affrontare l’Atletico negli ottavi di finale di Champions League. Diego Simeone, l’allenatore dell’Atletico, ha definito perfettamente il nostro stile e ha trovato il modo di annullarci”.

Questa eliminazione contro l’Atletico ha fatto un grande danno alla squadra: “Questa è stata la nostra prima sconfitta in cinque mesi, e solo la seconda in questa stagione (l’altra era contro il Napoli nella fase a gironi) e la verità è che ci ha sorpreso. In quella fase della stagione ci siamo sentiti invincibili, con una squadra unita”. E forti. Ma non eravamo davvero invincibili. Siamo rimasti scioccati dal risultato dell’Atletico e lo abbiamo scoperto nel modo più duro. Dopo il Real Madrid ci sono state altre tre sconfitte, che alla fine sono state più importanti di quanto potessimo immaginare. “Abbiamo perso 3-0 contro il Watford, ponendo fine a una serie di 18 vittorie consecutive in Premier League e una serie di 44 partite consecutive di imbattibilità”.

READ  Sorteggio spareggi Europa League: possibili rivali per Betis, Real Sociedad, Barcellona e Siviglia | Campionato Europeo

Segui il Canale Diario AS su WhatsAppDove troverai tutte le chiavi sportive per oggi.

Graziana Spina
Graziana Spina
"Estremo appassionato di tv. Appassionato di cibo impenitente. Tipico esperto di birra. Amichevole esperto di internet."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles