Settembre 30, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Espongono la corrispondenza dello scrittore che non ha scritto le lettere di García Márquez

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 giu 2022 – 20:42

Monica Rubalcava

Città del Messico, 15 giugno (EFE). Gabriel Garcia Marquez non ha mai scritto lettere. Lo hanno affermato la nipote Emilia Garcia Elizondo e il figlio Gonzalo Garcia Barcha. Ma ha ricevuto molta corrispondenza da personalità come Pablo Neruda, Bill Clinton, Woody Allen e Fidel Castro, e per la prima volta il pubblico potrà leggerlo.

Dopo la scoperta inaspettata di oltre 100 lettere inedite, la famiglia decide di aprire le porte della casa dell’autore a Città del Messico per esporle in “Gabo 40 anni dopo un premio Nobel: lo scrittore ha qualcuno da scrivere per lui”.

“Gabo scriveva raramente lettere, amava conversare di persona (…) Viveva parlando al telefono. Penso che la maggior parte di queste lettere abbia avuto probabilmente risposta in conversazioni telefoniche o di persona. E ci sono pochissime lettere di Gabo ”, racconta a Effie García Elizondo, Direttore della Casa di Letteratura Gabriel García Márquez (CLGGM), dove la mostra si terrà fino a metà agosto.

Per lo stesso motivo il figlio Gonzalo ha ammesso di non avere “lettere” dai genitori. Crede che se fosse vissuto ai tempi dei telefoni cellulari, García Márquez sarebbe stato un “utilizzatore duro di telefoni cellulari”.

sbloccare il tesoro

Gonzalo ed Emilia erano in uno studio della casa, situata al 144 di Fuego Avenue a Città del Messico, alla ricerca di una foto per celebrare il 40° anniversario del Premio Nobel che ha finito per consacrare García Márquez in tutto il mondo come uno degli scrittori più importanti. America Latina e il mondo nel 1982.

READ  "Deja Vu": La canzone con cui Olivia Rodrigo ha realizzato un sogno | Musica

Ma invece di trovare immagini, quasi 150 personaggi sono stati trovati in uno scrigno misterioso con la leggenda dei “Discendenti”.

“Non li ho mai visti prima, pensavo fossero foto, ma erano lettere. Lettere che fanno parte di un archivio molto più ampio che è stato già inviato al centro di riscatto di Austin, ma suppongo che Mercedes (Barcha, la moglie dello scrittore ) li ha conservati per la consegna successiva. Nessuno di noi c’era. Sa che erano lì”, dice García Elizondo.

Tra le lettere, spiega Gonzalo, c’erano anche alcuni nipoti di Gabo, come lo scrittore Matteo García Elizondo, e le sue nipoti, ma poiché sono così personali, non fanno parte della mostra, che comprende solo dai 35 ai 40 libri circa.

Politici, attivisti, scrittori, registi e attori

Le parole pronunciate da Robert Redford, Woody Allen, Fidel Castro, il comandante Marcos, Enrique Peña Nieto, Felipe Calderon, Carlos Fuentes, Augusto Monterosso, Bill Clinton e altri personaggi dedicati a Gabo e a sua moglie Mercedes Barcha saranno d’ora in poi sulla carta al CLGGM prima che entra a far parte della collezione Harry Ransom Center nella capitale del Texas.

Gonzalo commenta la lettera del poeta cileno in cui invita Mercedes e Gabo a un evento apparentemente invitando Mario Vargas Llosa e Julio Cortázar.

Essendo un’attrice, Emilia ammette che le più impressionanti per lei sono quelle che ha trovato da attori e registi.

Ma è stata una sorpresa ancora più grande quando ha appreso dell’amicizia di suo nonno con personaggi come l’ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton o il presidente cubano Fidel Castro.

ammette sua nipote, che non ha mai smesso di stupirsi della vita dei suoi nonni per l’apprezzamento che hanno sempre guidato.

READ  Dal balcone: Andrea Mesa, Miss Universo, ha fatto tremare la rete con un look atletico

“Tutto (ciò che è in mostra) è vecchio[vecchio]20° secolo, Guerra Fredda, Cuba, Clinton. Penso che fosse una specie di mantenere le cose segrete,[Gabo e Mercedes]erano molto conservatori”, aggiunge Gonzalo.

“In realtà, non so se gli piacerebbe mostrarlo”, ammette, “ma ne mostreranno di più domenica”, perché il Museum of Modern Art di Città del Messico mostrerà anche i segreti dello scrittore di One Cent’anni di solitudine (1967) in Marquez: The Making of a World Writer di Gabriel Garcia.

Sebbene la leggenda narra che le lettere d’amore che García Márquez scrisse alla moglie Mercedes in gioventù fossero esaurite, Emilia promette di continuare a cercarle. EFE

signor / ppc / lll

(foto) (video)

EFE 2022. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe, senza il preventivo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.