Febbraio 28, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Evitare colli di bottiglia

Evitare colli di bottiglia

La grande rivoluzione nel mondo dei personal computer da molti anni è rappresentata dalle unità a stato solido (SSD, disco a stato solido), una tecnologia che ha fatto rivivere le vecchie apparecchiature e ha reso le nuove apparecchiature ancora migliori. La loro popolarità è enorme e in effetti ci troviamo di fronte ad un momento particolarmente buono per investire in queste unità perché i loro prezzi non hanno smesso di scendere.

Sebbene nella maggior parte dei casi utilizziamo unità interne, ci sono utenti che le utilizzano Approfitta dell'alternativa alle unità SSD esterne. Queste unità possono essere esterne di fabbrica, ma è anche possibile collegare unità interne utilizzando adattatori con porte come USB o Thunderbolt. Ed è proprio questo il punto su cui volevamo concentrarci: come scegliere l'opzione migliore in termini di unità stessa e standard di connessione?

Innanzitutto dobbiamo ricordare che i moduli SSD utilizzano due tipi di interfacce. Innanzitutto, l'interfaccia SATA. Il secondo, NVMe, sfrutta il bus PCIe e consente l'accesso a velocità molto più elevate.

Attualmente è possibile trovare due tipi principali di moduli che sfruttano le diverse versioni del bus PCIe, che è ciò che rende… Velocità raggiunte Con loro o con le unità SATA è completamente diverso:

  • SATA III (SATA 3.0)Utilizzando questa interfaccia è possibile raggiungere velocità di trasferimento teoriche con velocità di lettura fino a 600 MB/s.
  • NVMe PCIe generazione 3×4– Questa interfaccia PCIe 3.0 sfrutta quattro “corsie” di dati ed è in grado di fornire velocità di lettura fino a 3500 MB/s. Le velocità di scrittura sono leggermente inferiori e possono raggiungere i 2700 MB/s.
  • NVMe PCIe generazione 4×4: In questo caso vengono utilizzate le ultime specifiche PCIe 4.0, portando le letture massime teoriche a 7.880 MB/s, mentre le letture raggiungono i 7.000 MB/s.
READ  I progetti di giardinaggio nelle comunità bisognose ricevono 26 milioni di dollari - NBC Los Angeles

Quando colleghiamo questi moduli esternamente a un computer o laptop, possiamo utilizzare gli standard USB e Thunderbolt. Ecco la chiave della nostra decisione, perché dobbiamo scegliere entrambe le opzioni L’uno non diventa un collo di bottiglia per l’altro.

Le ultime versioni dello standard USB variano l'una dall'altra in termini di velocità di trasferimento, ma riassumendo e aggiungendo Thunderbolt avremmo:

  • USB 3.0: 5 Gbps (600 MB/s)
  • USB 3.1: Fino a 10 Gbps (1,25 Gbps)
  • USB 3.2: Fino a 20 Gbps (2,5 Gbps)
  • USB 4.0: Fino a 40 Gbps (5 Gbps)
  • Fulmine 3: Fino a 40 Gbps (5 Gbps)
  • Fulmine 4: Fino a 40 Gbps (5 Gbps)

Se diamo un'occhiata alle tipologie di interfacce e connessioni SSD di cui possiamo sfruttare con gli adattatori esterni, il problema diventa chiaro: non importa quanto lo desideriamo, oggi acquistiamo un SSD NVMe PCIe 4.0 per collegarlo come controller. Un'unità esterna è un'idea discutibile: non sfrutteremo appieno la sua velocità.

Conclusione: ogni pecora è con il suo partner

In realtà, Per le unità SATA III sarà sufficiente utilizzare un adattatore con connettore USB 3.0, che ti consentirà di sfruttarne tutto (o quasi tutto) e di avere anche l'opzione più conveniente poiché questi adattatori hanno il prezzo più basso. Esistono infatti adattatori basilari ma affidabili per 11€ o meno.

Da lì crescono i prezzi dei trasformatori. Se la nostra unità non è SATA, ma utilizza il già diffuso connettore M.2, gli adattatori sono un po' più costosi e hanno un prezzo di circa 15 EUR (5 Gbps), 25 EUR (10 Gbps), o 60 EUR (20 Gbps). Se vogliamo adattatori che ci permettano di sfruttare le connessioni USB 4.0 o Thunderbolt 4 a 40 Gbps, le cose salgono notevolmente e gli adattatori costano circa 140 euro.

READ  WhatsApp sono le ultime due grandi novità in Note Vocali e Messaggi Temporanei

L'importante, come diciamo, è utilizzare l'adattatore appropriato per l'unità SSD di cui disponiamo o, al contrario, acquistare l'unità SSD adeguata se disponiamo già di un adattatore di questo tipo. Insistiamo sul fatto che oggi non è possibile ottenere il massimo dalle unità NVMe PCIe 4.0anche se sarà quando inizieranno ad apparire gli adattatori con il nuovo standard Thunderbolt 5 che consente di raggiungere una velocità di trasferimento di 80 Gbps.

A Chataka | Un disco da 2TB costa 100 euro. Se lo vuoi su un nuovo MacBook Pro, ti costerà sette volte di più