Maggio 19, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

F1 | Gran Premio della Cina: vince Verstappen, Alonso lotta

Domenica dura e strategica per il Gran Premio della Cina Una vittoria senza clamori di Verstappen. Tutto ciò che è successo è avvenuto alle sue spalle, come sempre accade in questa Formula 1. Norris è stato brillante, arrivando secondo, riprendendosi dal suo scarso ritmo. Il giovane inglese diventa un pilota migliore quando non è obbligato a vincere. In questo caso ha battuto la Red Bull, la vettura di Perez, che non ha sudato molto per controllare le Ferrari. Sainz è arrivato quarto dietro a Leclerc. Alonso è sceso dal terzo in griglia al settimo al traguardo con grandi manovre, un'altra partenza in galleria e molte riprese, anche se non un gran numero di punti. Il pubblico che riempiva il palco principale (60.000 questa domenica sulla pista di Jiading) ha elogiato i vari sorpassi compiuti dall'entusiasta Zhou, che ha comunque concluso fuori dalla zona punti. È stata una giornata storica per loro, poiché era la prima volta che un cinese correva in casa in Formula 1. Per Max è stata un'altra domenica in ufficio.

Fernando ha brillato fin dall'inizio: ha superato Perez nell'interminabile prima curva (andare all'esterno di questa curva non ha funzionato per nessun altro questo fine settimana) ed è arrivato secondo. Era un pass gratuito, che in realtà non serviva ad altro che a intrattenere i tifosi. Entrambe le Ferrari perdono posizione in quella partenza Hanno visto come è scomparsa la vettura McLaren e quindi il podio. Da lì parte una corsa di ritmi, ognuno dei quali, a poco a poco, va al suo posto. Alonso è stato presto superato da Chico e dalla McLaren. Ha avanzato la sua posizione quando è arrivato Leclerc.

READ  Badosa: “Non sono mai stato così felice di rientrare a inizio anno”

Entrambe le vetture della Red Bull si sono fermate nello stesso giro, il che spiega l'enorme abilità della squadra e la significativa differenza tra i suoi piloti (con quasi dodici secondi di distacco che lo hanno permesso). Sainz, che all'epoca era virtualmente sesto, si è fermato. Anche Piastri. McLaren e Ferrari hanno chiaramente diviso i loro piloti in strategie a una e due soste. Ma una scintilla ha cambiato tutto: Bottas ha parcheggiato la sua Sauber nella zona di fuga a causa di un guasto al motore, e un ritardo nell'uscita della vettura ha costretto all'intervento di una virtual safety car, mentre la vettura reale è apparsa poco dopo. Norris e Leclerc hanno poi cambiato gomme e hanno approfittato della situazione Per rafforzare la propria posizione e strategia. SC ha invitato molti altri a fermarsi un'ultima volta. Tra loro ci sono Verstappen e Perez, che hanno ceduto due posizioni. Allo stesso modo, Alonso, uscito con una giocata audace dal panno morbido e con mezza gara di vantaggio su di lui.

L'inizio è stato accidentato. Prima di iniziare, la forcella si è intasata. La passeggiata batte Ricciardo, È stato punito. Dopo diverse curve, Magnussen, ugualmente punito, ha toccato Tsunoda e lo ha costretto a lasciarsi andare. Seconda safety car consecutiva, ma nessuno ha voluto ripassare dalla pit lane. La corsa si stava accorciando e completare la distanza con una sosta cominciava a sembrare realistico.

Alonso rientra con tre soste

Non per Alonso, costretto a fermarsi per la terza volta a causa di questa strana scelta delle gomme morbide. Alla prima ripartenza gli è stato permesso di sorpassare Sainz e di correre non molto dietro a Chico. A dodici giri dalla fine, da una irrealistica quinta posizione, si è fermato, ha scavalcato la mediana e si è costretto a indietreggiare. Il ritmo alla partenza era buono (fino a 2 secondi più veloce delle vetture davanti, poi 10° per Verstappen). Il ritmo dell'Aston Martin è stato esuberante. Ha mangiato Albon e Ocon in un giro, si è lanciato per superare Hulkenberg ed è stato aggressivo su Hamilton (inclusa una parata all'ultima curva). Ha superato agevolmente anche Piastri, ed era già settimo. Ma poi si è aperto un grosso vantaggio su Russell (sesto), e per una decina di secondi è sembrato impossibile recuperarlo in soli cinque giri.

READ  Atletica: Flanagan corre due maratone in 24 ore per affrontare le sei sfide principali in 42 giorni

Alla fine lo spagnolo è rimasto al settimo posto facendo segnare il giro più veloce. Il suo sorpasso è stata la cosa più interessante dell'ultimo terzo della gara di Shanghai. Verstappen era in vantaggio di 14 secondi su Norris e la McLaren ha tenuto a bada una squadra Red Bull indebolita. Leclerc (quarto) e Sainz (quinto) hanno concluso uno davanti all'altro. Il Monaco ha vinto per la prima volta in questa stagione, anche se ha beneficiato anche dei tempi della safety car. Le corse della Ferrari, e di quasi tutte, erano abbastanza docili e senza battaglie in pista. La gara ha più “highlights”. Ma la gara distribuisce più punti.