Giugno 28, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Federico Correa ferma Pablo Carreno a Lione | Tour ATP

Nel cuore della stagione sulla terra battuta, c’è spazio per i sogni. Mercoledì Federico Correa ha raggiunto i quarti di finale del Parc Auvergne Rhône-Alpes Lyon Championships, dopo aver ottenuto la più grande vittoria della sua carriera, battendo lo spagnolo Pablo Carreno Busta 7-5, 6-3. L’argentino continua a lottare per il suo primo titolo ATP questa settimana nella Francia orientale.

In una battaglia testa a testa contro il Roland Garros, due volte quarto di finale, Correa ha resistito dal fondo del campo per ottenere una vittoria combattuta. L’argentino ha rotto il 41% dei punti al resto, dando una grande battaglia in rotta verso i primi otto a Lione. Il test del girasole con il Grande Slam parigino è già all’orizzonte.

All’età di 30 anni, e con un enorme sforzo, Coria ha collezionato la seconda migliore 20 vittorie della sua carriera. L’unica vittoria precedente di questo calibro nella sua storia, sull’allora 18a testa di serie del mondo Christian Garin, lo ha spinto alla prima finale dell’ATP Tour della sua carriera al Nordea Open di Bastad durante la stagione 2021.

Potrebbe piacerti anche: Báez: quattro volte in CF nel 2022

In una stagione sulla terra battuta segnata da settimane intense, con le semifinali di Marrakech o i quarti di finale di Buenos Aires e Rio de Janeiro, l’argentino vuole riaffermare la sua autorità in superficie. Un’altra vittoria sulla terra battuta francese vedrebbe la Corea entrare nella top 50 della classifica ATP di Pepperstone per la prima volta nella sua carriera.

Dopo aver compiuto i primi due passi della settimana, Correa andrà ai quarti di finale del Lione contro la testa di serie numero 5 Karen Khachanov o lo slovacco Alex Mulkan.

READ  I capi cercano la carta dei playoff; Steelers, sopravvivete

L’Open Stadium Auvergne-Rhone-Alpes-Lione garantisce la leadership dell’Argentina nella fase decisiva. Oltre alla Corea, anche l’esordiente Sebastian Baez è presente nei quarti di finale, dove giovedì giocherà contro la testa di serie numero 1.