Novembre 27, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Fine settimana lungo: la banca centrale ricorda di evitare che gli sportelli automatici finiscano i contanti

Un uomo preleva pesos argentini da un bancomat di una banca nel distretto finanziario di Buenos Aires. Argentina. File foto 30 agosto 2018. (Reuters) / Marcus Brindisi

Potevo Per rinfrescare la memoria dei milioni di persone mobilitate al termine di questa lunga settimana che esistono alternative al pagamento diverse dal contante – e ridurre così la domanda di banconote agli sportelli automatici – la Banca Centrale ha invocato sabato gli incentivi alla batteria per l’utilizzo dei metodi di pagamento elettronico. Ha confermato che dal 29 novembre il sistema di pagamento sarà completamente interoperabile tramite codici QR.

Va tenuto presente che, secondo i dati del BCRA e del sistema bancario, 8 pagamenti su 10 in Argentina vengono ancora effettuati in contanti.

“Gli utenti di portafogli digitali avranno la possibilità di collegarli direttamente ai propri conti bancari o conti virtuali, senza la necessità di una carta di debito, in un’altra misura che cerca di incoraggiare i mezzi di pagamento elettronici”, afferma la dichiarazione dell’autorità monetaria. E ricorda il “maestro” del 29 novembre.

8 pagamenti su 10 in Argentina sono ancora in contanti.

A partire da tale data, si afferma: “Le aziende che offrono pagamenti tramite codice QR non dovranno più lavorare solo con il proprio provider e potranno accettare pagamenti da qualsiasi portafoglio utilizzando un lettore di codici QR”.

Il Transfer Program 3.0 della Banca Centrale per uniformare il sistema dei pagamenti in Argentina prevede la possibilità di aprire casse di risparmio con mezzi digitali (senza presenza fisica nelle filiali bancarie) e collegarle a un wallet senza bisogno di una carta di debito.

“I clienti potranno, se necessario, accedere agli sportelli automatici emettendo ordini di prelievo direttamente dall’applicazione”, ha spiegato il principale istituto. Miguel Angel Pesci.

READ  Silicius debutta su BME Growth dopo EiDF, in aumento del 300% | mercati

Meno efficace è più efficace

Il nuovo sistema implementato dalla Centrale favorisce i bonifici. Dice che questi sono “immediatamente irrevocabili e credibili”, così come “espandono le opzioni di riscossione e riducono l’utilizzo di contanti in loco, con conseguente riduzione delle spese e maggiore sicurezza. Inoltre migliorano la liquidazione dei pagamenti”.

La “totale interoperabilità” che dovrebbe essere lanciata lunedì 29 novembre, secondo le normative BCRA, significa che tutti i codici QR di qualsiasi attività commerciale, incollati allo sportello o accessibili al terminale POS, possono ricevere pagamenti da tutti i portafogli digitali , sia quelli offerti dalle banche che dalle società di tecnologia finanziaria.

Cosa vogliono la banca centrale e i principali attori del sistema?
Cosa vogliono la banca centrale e i principali attori del sistema?

L’obiettivo è che ogni argentino, quando vede il QR, tiri fuori il cellulare dalla tasca e scelga il portafoglio con cui effettuare tutti i suoi pagamenti.

Funzionari, dirigenti e tecnici del settore bancario coinvolti nel progetto comprendono che l’esperienza dell’utente sarà fondamentale per il corretto funzionamento del sistema. “Deve funzionare bene dall’inizio o non molti ci riproveranno”, dicono.

Inoltre, QR Payments può fungere da gateway per qualsiasi altro servizio finanziario (prestiti, investimenti, assicurazioni) per coloro che oggi vivono in contanti e sono fuori dal sistema. Infine, il fatto che 8 pagamenti su 10 in Argentina vengano effettuati in contanti significa che non ci sarà una vasta gamma di possibilità, tutti potranno competere.

due grandi giocatori

I due attori principali del sistema sono Mercado Pago, una tecnologia finanziaria nata sotto Mercado Libre che ha creato una propria rete di imprese utilizzando il proprio QR, e Modo, un portafoglio digitale lanciato da un consorzio di 40 banche pubbliche e private che ha ripreso il vantaggio che Mercado Pago ha preso da loro.

READ  La banca centrale del Perù alza il tasso di interesse allo 0,50%, dopo averlo mantenuto invariato per un anno e mezzo

Tutti i giocatori devono consentire a tutte le loro attività con QR di ricevere pagamenti da portafogli concorrenti, sia bancari, come Modo, sia altri fintech. Al centro di questa competizione c’è una grande azienda che facilita l’interazione tra banche e società fintech e un fornitore di tecnologia chiave per il sistema, sconosciuto al grande pubblico: Coelsa, supporto tecnologico per 120 milioni di conti di pagamento situati in Argentina (22 milioni di fintech conti correnti, con CVU, e 98 milioni di conti bancari, con CBU).

La sfida del 29 novembre è importante per la banca centrale e per tutti gli attori del sistema. Nel frattempo, il promemoria della banca centrale chiede che coloro che viaggiano attraverso il paese questo fine settimana non girino intorno agli sportelli automatici fino a quando non rimangono senza contanti.

Continuare a leggere: