Gennaio 16, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Fonte: la banca spagnola Ibercaja potrebbe lanciare la sua offerta pubblica iniziale a gennaio

di Jesús Aguado

MADRID (Reuters) – Una fonte vicina alla transazione ha detto martedì che la banca spagnola Ibercaja è in contatto con i consulenti per una possibile offerta pubblica iniziale a gennaio.

Le vecchie casse di risparmio come Ibercaja hanno tempo fino alla fine del prossimo anno per diventare pubbliche o raccogliere fondi per tagliare le azioni ancora possedute da istituzioni che controllano entità, secondo i termini del salvataggio della banca spagnola dopo la crisi finanziaria del 2012. La fonte ha detto: “ La banca ha ripreso i contatti con potenziali investitori e analisti ed è attualmente in contatto con i consulenti per indagare sul rilascio del mercato di gennaio, che è una delle prime finestre per avviare il processo”.

Il consiglio di amministrazione di Iberkaya non ha ancora dato il via libera per iniziare il “roadshow” o le offerte degli investitori a gennaio, ha detto la fonte, aggiungendo che si stanno prendendo in considerazione anche marzo e maggio.

Ibercaja, che ha un patrimonio totale di 58 miliardi di euro (65,6 miliardi di dollari), ha rifiutato di commentare.

Il quotidiano Expansión, che ha annunciato una possibile IPO a gennaio, ha affermato che Ibercaja potrebbe valere tra 1.650 milioni di euro e 2.100 milioni di euro, ovvero tra 0,5 e 0,65 volte il suo valore contabile di 3.300 milioni di euro.

Il suo concorrente Unicaja ha una capitalizzazione di mercato di 2.160 milioni ed è quotato 0,54 volte il suo valore contabile. Ibercaja ha dichiarato la scorsa settimana che intende aumentare il proprio ritorno sul capitale netto (ROTE) dal 7,2% a circa il 9% a medio termine attraverso misure di riduzione dei costi e delle commissioni nelle sue aree di attività più redditizie.

READ  L'esperto conferma che questo è il metaverso in cui prospera la criptovaluta

Nel 2013 la banca ha assorbito Caja 3, come parte di una serie di fusioni bancarie per rafforzare un settore indebolito dallo scoppio di una bolla del mercato immobiliare decennale. Ibercaja non ha ricevuto assistenza dal governo, ma Caja 3 ha ricevuto 407 milioni di euro in denaro europeo, e li ha già restituiti.

Rothschild funge da advisor per l’IPO, con Morgan Stanley e JPMorgan come bookrunner globali. Le tre banche di investimento hanno rifiutato di commentare.

($1 = 0,8843 euro) (Segnalazione di Jesus Aguado Ulteriori informazioni di Andres Gonzalez, tradotto da Thomas Cobo. A cura di Javier Lira)