Maggio 20, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Fonti dicono a Reuters che il Brasile stringerà il suo obiettivo di fronte al cambiamento climatico

Fonti dicono a Reuters che il Brasile stringerà il suo obiettivo di fronte al cambiamento climatico

©Reuters.

di Jake Spring

BRASILIA (Reuters) – Il presidente Luiz Inacio Lula da Silva intende impegnare il Brasile a raggiungere un obiettivo più ambizioso sul cambiamento climatico quest’anno, rispondendo alle critiche del precedente obiettivo fissato dal suo predecessore di estrema destra, Jair Bolsonaro, hanno detto a Reuters due fonti.

Nel 2021, tra la crescente rabbia globale per l’inazione di Bolsonaro sulla foresta pluviale amazzonica, il suo governo si è impegnato a ridurre le emissioni di gas serra del 50% entro il 2030, rispetto a un precedente impegno del 43%.

Ma il governo di Bolsonaro ha utilizzato una linea di base più alta, dal 2005, una mossa che ha reso più facile per il Brasile raggiungere il suo obiettivo rispetto a un precedente impegno ed è stata ampiamente criticata dagli ambientalisti.

Il gruppo di lobby dell’Osservatorio climatico brasiliano ha calcolato che l’obiettivo di Bolsonaro consentirebbe l’emissione di ulteriori 400 milioni di tonnellate di gas serra rispetto all’obiettivo precedente.

Due fonti a conoscenza della questione hanno detto a Reuters che per far fronte a questi problemi, il governo di sinistra di Lula prevede di mantenere un taglio del 50%, ma sta correggendo la linea di base. Entrambi hanno parlato in forma anonima, poiché la mossa deve ancora essere annunciata.

L’obiettivo è di rilasciare l’obiettivo rivisto, noto come contributo determinato a livello nazionale ai sensi dell’accordo di Parigi del 2015 sui cambiamenti climatici, entro la fine dell’anno. Una delle fonti ha affermato che l’obiettivo sarebbe “più ambizioso” dopo il cambiamento.

La fonte ha aggiunto che il governo sta esplorando modi per semplificare l’obiettivo, inclusa la pubblicazione del numero esatto di gigatonnellate di gas serra che il paese cercherà di ridurre.

READ  Le azioni statunitensi registrano il calo più grande degli ultimi 6 mesi dopo il duro messaggio di...

Né il ministero dell’Ambiente brasiliano né il rappresentante di Bolsonaro hanno risposto alle richieste di commento.

Lula è entrato in carica il 1° gennaio promettendo di ripristinare il Brasile come leader globale sul cambiamento climatico. Bolsonaro ha nominato gli scettici del clima in posizioni chiave e i livelli di deforestazione in Amazzonia, il più grande emettitore di gas serra del Brasile, sono aumentati durante la sua amministrazione.

(Segnalazione di Jake Spring, montaggio in spagnolo di Ricardo Figueroa)