Maggio 23, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Francesca Valenzuela canta per Luce e Trasformazione

Sono passati solo due anni dall’uscita della sua precedente produzione, “La Fortaleza”, e da oggi Francesca Valenzuela ha un nuovo album – il quinto della sua carriera – “Vida tan bonita”, che è un record di genere per un’artista che pubblicava album ogni tre o quattro calendari.

Il lavoro è stato creato e registrato a Los Angeles, la città che è diventata per quasi sei anni la casa della cantautrice cilena nata a San Francisco, prima di decidere di trasferirsi a Città del Messico, dove ha vissuto per alcuni mesi. Il fulcro del lavoro sono stati gli infissi che ha sviluppato nella sua casa nel sud della California mentre stava affrontando la pandemia di Covid-19.

“Non sapevo cosa avrei fatto con tutto questo, ma il processo ha coinciso con il mio tandem che ha iniziato a funzionare [el productor] Sebastian Creez nel progetto Elvis Costello [el álbum de ‘covers’ ‘Spanish Model’]dove ho eseguito una versione di Hand in Hand”, ha detto Valenzuela al Los Angeles Times en Español durante una recente intervista con Zoom dalla sua casa nella capitale azteca. “Tutte le canzoni registrate tranne una sono state scritte all’epoca. [de cuarentena]E penso che questo sia ciò che dà loro un senso di urgenza, opporsi al tempo e lottare per trovare frammenti di luce nel mezzo dell’oscurità”.

Esplorazione musicale

Come accade da molto tempo nella vita professionale del compositore, “Vida tan bonita” non è radicato in uno stile particolare, nonostante flirta con quegli aspetti del pop e del synth già in voga nella discografia dello stesso cantante. Ci sono anche irruzioni in cumbia, come nella canzone “Mundoseparated”.

L’artista ci ha spiegato: “Stavo cercando un album gratuito, in cui posso suonare non solo con schemi e suoni, ma anche con strumenti e registrazioni”. “Quasi tutto è stato fatto dal vivo, tutto aveva spazi vuoti, come con i ‘codici’. Era molto non invasivo, molto organico, quasi come rispondere a ciò che stava accadendo durante la pandemia, dove tutto era controllato, misurato e remoto”.

READ  Sting: "È difficile vedere una crescita nei Rolling Stones e nella musica degli AC/DC" | LOS40 classico

Valenzuela ha aggiunto: “C’era anche l’idea di ricercare l’influenza degli anni ’90 e il ‘mile’ pop-rock settario, che per me è stato formativo, perché è avvenuto durante la mia adolescenza, anche se è anche degno di nota il l’opera contiene brani con elementi di genere Urban, e non è una novità per l’artista che, come lei stessa commenta, ha già usato “denbow” in un brano de “La Fortaleza” intitolato “Héroe” che lei stessa identifica come un “esistenziale e filosofico retrogrado” prima di ridere.

La nostra intervistatrice ospite si lascia guidare da ciò che ogni composizione le chiede mentre lo sintonizza sulla musica e, in questo senso, i testi più rilassati di nuovi brani come “SALÚ” e “Castillo de Cristal” si adattano alla festa musica pop che finiscono per mettere su. . “Quelle canzoni che sono state pubblicate per la prima volta come singoli che hanno cercato di offrire un’alternativa all’aspetto orribile che era in quel momento, per offrire qualcosa di teatrale ed emotivo e per mostrare che non si trattava nemmeno di lasciarsi morire”, ha detto .

Un’altra canzone si chiama “Como la flor” e, per essere chiari, non è una “cover” del singolo di successo di Selena. “Non mi è mai venuto in mente di avere una canzone chiamata come un’altra, almeno che io sappia; ma era intenzionale, quindi non sono preoccupato”, ha detto il cileno americano.

Femminismo e intimità

In questi giorni il termine “empowerment delle donne” viene usato molto in giro, al punto da applicarlo a situazioni che non lo meritano. I testi di molte canzoni di Valenzuela possono essere abbastanza descritti (la parola “femminista” compare in almeno un pezzo del nuovo album), ma ciò non significa che tutti i brani inclusi in “Veda Tan Beautiful” siano così espliciti. Il modo in cui, come testimonia “La impostor”, dove parla delle sensazioni psicologiche che sente la limitano come persona.

READ  Fin de semana: las actividades que no puedes dejar pasar entre el 3 y 6 de febrero

“Credo che condividere cose personali o fatti intimi possa avere un potere trasformativo. Ci sono molte cose che le donne non hanno avuto l’opportunità di dire, perché sono diventate invisibili o sono state giudicate; e ha sottolineato che la semplice verità di condividere un’esperienza o un processo che di solito non appare è davvero dirompente e ha un impatto sociale”.

Un’altra foto recente del cileno statunitense.

(Valentina Pallavicino)

Ha aggiunto: “La vena settaria è il mio metodo principale di comunicazione con la musica, che a volte non mi impedisce di scrivere testi più diretti e messaggi chiari che non sono in conflitto con l’autobiografia”. Ma tendo a scrivere più di quel lato narrativo e personale, che ha anche a che fare con il mio amore per la letteratura. Infine, il personale è anche politico.

Finora Valenzuela ha pubblicato sei singoli dall’album, e sono stati tutti accompagnati dai video più dettagliati e coinvolgenti che ha diretto, in almeno tre casi, come hanno fatto due volte nel recente passato. Questo dimostra che le sue abilità vanno oltre la musica.

“Esplorare la parte visiva mi ha permesso di presentare ciò che faccio in un modo più completo, di suonare in lingue diverse e di alzare il livello della canzone in un altro modo”, ha spiegato. “Amo i film e visualizzo sempre le cose quando scrivo o scatto, quindi penso che questa sia stata una progressione naturale nella mia carriera artistica”.

Stranamente, Valenzuela ha avuto l’opportunità di raggiungere la posizione per caso, quando colui che era stato incaricato di occuparsi della clip “Tómame” ha deciso di non farlo. “Ovviamente ho lavorato sodo sulla proposta, quindi il direttore della fotografia mi ha detto di incoraggiarmi a dirigerla”, ricorda. “Ho iniziato a cercare su Google schemi e nomi di apparecchiature per avere un po’ di comprensione del linguaggio e per impostare alcuni strumenti, e alla fine mi è piaciuto molto”.

fiduciosamente

READ  Josué e Zoe hanno smesso di seguirsi sulle reti e sono scattati gli allarmi

Non potevamo lasciare che la cantautrice ci lasciasse senza avere le sue impressioni sul nuovo presidente del Cile, Gabriel Borek, che ha sostenuto dall’inizio della sua candidatura e che è salito al potere con un governo a maggioranza femminile. Va notato che l’intervista qui presentata è stata condotta settimane prima della pubblicazione dei rapporti che indicavano un forte aumento della disapprovazione del presidente e un allarmante deterioramento degli indicatori economici nel Paese transandino.

“Sostengo sempre le ragioni [específicas]”Buon Soldato”, ha detto il creatore del Buon Soldato, ma questa è stata la prima volta che ho approvato un candidato. “[Boric] affrontare una grande sfida; Siamo tutti lì, prevedibilmente, ma mi sembra che sia un leader politico con umanità, che vuole fare cose che non sono state fatte in Cile e incorpora un nuovo paradigma di potere, leadership e presidenza”.

“Ovviamente ci saranno attriti. Immagina che ci siano dei candidati. Non è un argomento facile”, ha aggiunto, forse anticipando cosa accadrebbe lì oggi. “Comunque, non ho alcuna affiliazione politica o di partito”.

Valenzuela non vive più nel sud della California, ma non ci ha dimenticato. Il 29 marzo parteciperà a un evento in onore della leggendaria cantautrice e combattente cilena Violetta Parra tenutosi al Grammy Museum e, a partire da luglio, si unirà al gruppo rock messicano Camilo Septimo per iniziare un tour negli Stati Uniti che arriverà all’Echoplex a Los Angeles il 6 agosto e all’Osservatorio di Santa Anna il giorno successivo. Dobbiamo vederlo.