Dicembre 5, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Francia e Italia guidano lo sviluppo europeo, la Germania resta indietro | Economia

Il prodotto interno lordo (PIL) dell’Eurozona è cresciuto del 2,2% nel terzo trimestre. La prima stima pubblicata da Eurostat. Francia e Italia guidano la crescita, mentre Spagna e Germania abbassano le previsioni. Questo martedì, i francesi hanno dichiarato un surplus dello 0,9% del loro PIL nel terzo trimestre del 2021, mentre gli italiani hanno rappresentato lo 0,8%. Al contrario, la Germania ha registrato una crescita dell’1,8% per la Spagna, che non ha raggiunto il 2,2% previsto dagli analisti. Si discosta dai suoi obiettivi per la fine del 2021 e, come la Spagna, posticipa la crescita più alta al 2022.

Eurostat, Ufficio di statistica dell’UE, Dice che è previsto L’inflazione dell’euro sale al 4,1% Nell’ottobre 2021 era del 3,4% a settembre. Tra le principali componenti dell’inflazione nell’area dell’euro, l’energia ha avuto il tasso annuo più elevato in ottobre (23,5% rispetto al 17,6% di settembre), seguita dai servizi (2,1%, rispetto all’1,7% di settembre) e l’industria energetica prodotti (2,1% a settembre), 2,0%) e alimentari, alcolici e tabacchi (2,0%, stabile rispetto a settembre).

Secondo l’Istituto nazionale francese di statistica e studi economici (INSEE), la domanda interna finale, al netto delle merci, ha contribuito favorevolmente all’evoluzione del PIL. INSEE evidenzia l’influenza della spesa delle famiglie, Che ha accelerato al 5,0% “molto forte” dopo l’1,3% del trimestre precedente. La società promette che questo costo ha contribuito con 2,5 punti alla crescita trimestrale.

Da parte sua, Istituto Nazionale di Statistica d’Italia (ISTAT) La sua varianza positiva afferma che è “il risultato del deprezzamento del valore aggiunto sia nell’agricoltura, nella silvicoltura e nella pesca che nell’industria e nei servizi”. Dal lato della domanda, assicurarsi che vi sia un contributo positivo delle componenti domestiche (varianza totale delle riserve) e delle componenti nette delle esportazioni.

READ  Italia: 539 migranti sbarcano a Lampedusa uno dei più grandi sbarchi degli ultimi tempi Notizie dal Messico

La Germania è la più grande economia in Europa Secondo i dati del Federal Bureau of Statistics, è cresciuto solo dell’1,8%. Questa moderata crescita nel terzo trimestre del 2021 è stata trainata principalmente da “maggiori costi dei consumatori privati”, sebbene questo sia lontano dal 2,2% delle aspettative. La varianza è stata attribuita dalla società a problemi di fornitura che stanno ritardando la ripresa nella più grande economia europea.

Anche la Spagna non ha ottenuto i risultati attesi. Crescita del 2% nel terzo trimestre, ha annunciato venerdì l’Istituto nazionale di statistica (INE), Lontano dal previsto 3%. Secondo i dati aziendali, il contributo della domanda nazionale alla crescita del PIL su base annua è di 1,5 punti, 15,8 punti in meno rispetto al secondo trimestre.

In generale, tutti i paesi con dati ad eccezione della Lituania (0%) hanno registrato tassi di crescita del PIL positivi. Il tasso di espansione trimestrale tra luglio e settembre è stato simile a quello di Austria (3,3%), Francia (+3%) e Portogallo (2,9%), mentre Lettonia (0,3%) e Repubblica Ceca hanno registrato incrementi modesti. (1,4%), la Lituania ha ristagnato.