Dicembre 4, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Giro d’Italia 2021: Dopo il ritorno da Elia Viviani, Ineos con fiducia: “Posso tornare da QuickStep”

Elia Viviani, Tornato a Iniesta nel 2022, ha l’opportunità di rimettere il numero di Deceuninck per il ciclo triennale che si conclude alle Olimpiadi di Parigi. L’uomo che ha portato la bandiera italiana a Tokyo, che ha dimostrato che in questo 2021, può superare alcuni problemi cardiaci e cattivi risultati e vincere ancora in qualsiasi situazione, analizza tutto ciò che riguarda il ciclismo attuale in questa conversazione avvenuta. Emirates durante l’ultima celebrazione del Criterion del Giro d’Italia.

Che equilibrio stai creando in Cofidis in questa stagione raccapricciante?

È passato un anno da quando sono tornato. Il 2020 è stato difficile. È vero che ho iniziato con successo in Francia, ma sono stata operata al cuore. Non è una piccola quantità. Ho avuto un momento importante a Zero perché non ho vinto, ma ho ripreso fiducia, visto che c’erano tutti i velocisti, e ho preso il terzo e il quarto posto. Mi ha dimostrato di essere competitivo e mi manca ancora qualcosa. Ai Giochi ho vinto il bronzo e ho portato la bandiera. La sensazione di portare la bandiera è stata molto importante per me, guidata dalla `Nacional ‘Azura. Ha poi terminato la pista con sette vittorie totali in Coppa del Mondo e in gara, che è stato un bel bottino. Non ho vinto un grande giro, ma è stato un buon guadagno per me, ora voglio continuare così e tornare ad un livello più alto, penso di essere tornato alla competizione.

Tornare indietro per recuperare la versione Viviani di Heaven?

Assolutamente. Mi piacerebbe essere di nuovo Vivian di Quickstep. Penso che sia importante per me a questo punto tornare all’ambiente che conoscevo come meccanismo, organizzazione, persone… Creare un contratto di tre anni, con un piano fino alle prossime Olimpiadi che voglio. L’obiettivo è concentrarsi sulla strada per i prossimi anni e cercare di avere successo in Zero. Realizzerò anche il sogno della mia vita alla Milano-Sanremo e ai Mondiali, che potrebbero essere una grande opportunità per i velocisti il ​​prossimo anno.

READ  Cristiano Ronaldo - Portogallo e Italia: la strada che deve percorrere il Qatar per qualificarsi al Mondiale 2022

Ma quando ti hanno chiamato, ti hanno parlato direttamente di concentrarti su Parigi?

Il progetto passa dopo la Tokyo Medal. Innocent ha molti uomini di sport come Carabas, Bitcoin, Khanna’s Gold, Tennis’ Bronze… Ha molti atleti olimpici. Mi hanno iscritto per lavorare a Parigi. Ma tra un corridore a tutti gli effetti per vincere le gare. Conoscono Elia e l’atleta Elia. Inoltre, hai bisogno di un pilota esperto con giovani talentuosi come Bernal, Bitcoin, Hatter, Tao … Se hai giocatori esperti come Thomas, Kyoto, I … puoi formare una grande squadra. Possiamo scegliere grandi vittorie. Inios vuole vincere più gare, io voglio vincere più gare, quindi siamo sulla stessa pagina.

Perché decidi di essere grande?

Avere la possibilità di fare i migliori giri per un velocista a Inios non è facile. A dicembre, al ritiro di fine anno, organizzeremo delle gare e parleremo di dove andare. Come organizzare il calendario da velocista o da partner.

I corridori diversificati sembrano essere sempre più apprezzati, vero? Ti aiuterà a competere in un altro modo e ad avere prestazioni migliori in pista?

Vediamo che ci sono molti corridori in altre discipline che in seguito hanno un livello più alto su strada, e questo completa l’atleta e fa una piccola differenza di dettaglio in questo ciclismo di alto livello. Van der Boyle e Van Airt stanno arrivando e scappando da CX. In CX hanno qualità che possono aiutare nelle gare successive. È diversificato e quindi supporta l’assicurazione.

Bernal può battere Rocklick e Pokhara? I tre non si sono ancora incontrati “faccia a faccia”.

Bernal ha avuto problemi l’anno scorso, mal di schiena. L’ho visto al Giro, era il ‘padrone’ e la scorsa settimana ha superato il vantaggio che aveva, e poi ha dato segni di maturità. Pokhar è stato incredibile in questo tour, ma penso che potrebbe competere contro i migliori Inios Thaddeus e Rockley che supportano Bernal. I tre non si sono ancora incontrati “faccia a faccia”.

READ  In Italia crescono i contagi da corona virus e il governo sta cercando di accelerare l'utilizzo della terza dose del vaccino

Pensi che Thomas possa diventare di nuovo un “Tour Man”?

Sarà importante in un grande girone, ad esempio come lo ha vinto Bernal. Non so se vincerà o starà vicino a Bernal, ma spero che possa giocare un ruolo fondamentale. Inios ha sempre avuto la reputazione di essere una squadra con molti alpinisti e Thomas è un campione. Guardando al tour 2019 vincitore del Bernal, Thomas era tra i migliori ed è arrivato secondo a Parigi. Lo vedo in questa direzione.

Come vedi l”evento Golbrelli’?

È sempre stato forte, ma a volte non ha grandi vittorie. Era sempre lì senza grandi vittorie. Quando centrava la testa, non appena riusciva a sperare, riusciva ad attirare qualcosa. Preziosi per gli italiani, corridori completi come l’Europeo, Pars-Roofs… Sony può vincere tornei classici come Sanremo, Amstel, Fiandre. E gli auguro tutta la soddisfazione.

Dato che spagnoli e italiani sono simili, perché non ci sono così tanti buoni velocisti in Spagna?

È vero. Non abbiamo visto un nuovo Nibali o Aru in Italia negli ultimi anni, ma abbiamo molti velocisti. Penso che sia una cosa generazionale. Passa attraverso le linee. Le corse per junior e junior in Italia sono molto piatte, motivo per cui possono esserci molti velocisti, tuttavia penso che sia molto generazionale. Avere uno scalatore che può vincere per tre settimane dovrebbe essere un evento. Lo vediamo, no? Guardando i vincitori degli anni passati ci sono solo Pokhar, Bernal e Rocklick.

Chi potrebbe essere il nuovo Nibali?

Abbiamo buoni scalatori. Ad esempio, c’è un uomo molto competitivo come Masnada. E Catanio ha fatto un ottimo ultimo giro. Dobbiamo far crescere la nostra gioventù per vedere se possiamo vincere un’altra grande vittoria. Ciccone è un cavallo pazzo, è difficile gestire Chicone per 3 settimane, dalle quali puoi aspettarti di meglio o di meglio. È vero che puoi fare una grande qualifica di tre settimane. È come Nibali, uno che attacca e attacca, ma per essere un uomo di tre settimane deve progredire in modo equilibrato.

READ  È la città tropicale di Bios, un sito archeologico sottomarino in Italia

Come immagini i tuoi prossimi tre anni perfetti?

Voglio vincere il Mondiale l’anno prossimo e sarà una bella vittoria. Poi, nel 2023, vinci di nuovo il tour e finisci con Paris Gold nel 2024.