Maggio 22, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Giro d’Italia 2022: Il gesto di giocosità virale tra il direttore di Movistar e la ‘Maglia’ spagnola: “Mi ha guardato e mi ha raffreddato…”

ESquadra Star del cinema Aveva ottime capacità atletiche con un ciclista spagnolo Juanpe Lopez, Il Giro d’Italia era alle prese con la quarta fase del 2022. Ciclista Alpinismo-segrafatoQuando un “uomo blu” visto attraverso Eurosport in Spagna ha fatto un grande gesto con lui, sembrava che stesse attraversando un momento cruciale quando Edna ha cercato di entrare in contatto con il leader della corsa nel mezzo della salita. Trasmissione.

Ivan Velasco, Il secondo direttore del team MovieStar, che gli ha dato quel barile in un momento cruciale. “Ero in vantaggio con la seconda vettura. Entro 15 minuti dal traguardo avevo programmato di dare l’ultimo punto alla batteria. Ero lì con il meccanico, ad aspettare. Avevamo lasciato la batteria, la fuga è passata. Lì non c’era niente davanti a noi. Il più semplice gesto di abilità sportiva, ” Ha spiegato a MARCA mentre viaggiava sull’autobus per tornare in hotel.

“Alla fine ci stiamo conoscendo qui, ma Juanpe si è unito a un campo di concentramento in Sierra Nevada due anni fa. Ero con Astana, era solo. Abbiamo rotto con lui durante il viaggio. Avevamo un buon rapporto. Il fatto è che Juanpe ha creato una piattaforma in cui dice ‘Sono contento che gli piaccia la maglia’ “, ha detto.

Star del cinema, tutti

Per quanto riguarda la sua squadra, Velasco è ottimista: “La squadra è buona. Sia Sosa che Bala sono bravi. Valverde non ha voluto rischiare sabato scorso. Ma come visto martedì, entrambi stanno bene. Siamo fiduciosi. ”

Il vero obiettivo è il successo, ma senza scartare nulla. “Con Alejandro non si può sempre escludere una scelta. È meglio provare a vincere una tappa con Ivan e Alejandro. Non ci piace molto, ma dobbiamo vedere cosa succede in questi giorni”, conclude.

READ  James ha lasciato il Milan, pensano che i colombiani in Italia non abbiano alcuna condizione fisica