domenica, Luglio 14, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Giulietta Gelato: Con amore dall’Italia, sapori artigianali e design eccezionale

Giulietta Gelato apre le porte del palato al gelato italiano. Situata al 18 e 45, la gelateria accoglie i clienti con il suo dolce aroma. Una grande vetrata crea i sapori più caratteristici d’Italia: “Ogni gusto ha la sua ricetta e cerchiamo di renderla originale in base allo stile italiano che vogliamo mostrare”, Arnella Pignotti, una delle socie e maestra gelateria, ha detto a EL DIA.

Dal nome Giulietta, che scorre con suoni romantici, la pasticeria è girata; Un muro di mattoni a vista ricorda il patio del complesso e il balcone del protagonista shakespeariano.

“Abbiamo sempre voluto fare una gelateria italiana, perché non siamo abituati al gelato italiano. L’idea di chiamarla è venuta a mia figlia quando ha visitato Verona con i nonni. Anche se non convinta dal nome, ci è piaciuta la storia di Romeo e Giulietta. Tutti hanno fatto una proposta di nome, e alla fine abbiamo scelto Giulietta, è un nome straordinario”, ha spiegato Juan Solari, uno dei partner.

Così, il 14 febbraio, San Valentino si è riempito di un dolce artistico ed è nata la gelateria. Ricordando il romanzo, i clienti possono sempre “incatenare” i propri sentimenti con un lucchetto a forma di cuore, come quello sul muro di Verona.

“L’idea era di simulare una gelateria italiana”, ha spiegato Juan, responsabile dell’assemblaggio, del design e dell’architettura. “Mi piace mescolare i periodi: nuovo, vecchio, vintage. Il pavimento è stato creato appositamente per una gelateria: simula una pietra calcarea. Le sedie sono italiane. Il muro di mattoni simula il muro di Giulietta”, commenta. L’autenticità di questo luogo risiede nell’armoniosa combinazione di stili italiani tradizionali e dettagli moderni, che vibrano con musica rilassante e trame contrastanti. “Abbiamo l’idea di fare la differenza, di fare qualcosa di selettivo, di essere in grado di adattare le idee. Andiamo molto per gli oggetti fatti a mano”, ha detto Ornella. E Juan aggiunge: “Ci siamo messi insieme un anno e mezzo fa. Fino a quando quel momento in cui abbiamo iniziato a studiare. Nessuno sa niente. Ognuno contribuisce dal proprio territorio: produzione, pasticceria, design, architettura”. “In generale, l’attenzione a La Plata è casuale e vogliamo che tu ricordi che vuoi tornare. Vogliamo inviare un’esperienza. Hai un buon servizio, ti aprono la porta, ti accolgono, mangi qualcosa qualità e preparata al momento. Alcune cose le sai. Vogliamo portarlo con te “, ha concluso.

READ  L'Italia fornisce a Tesla 28 volte più ricambi auto rispetto alla Spagna

Sapori con un tocco di contrasto

Tra i gusti classici spiccano quelli più particolari, tanto diversi quanto il loro design. Il dulce de leche, molto argentino, sì, ma anche zabayon -zambayon-, torta de mele -apple pie-, key lime pie -lima pie; E, tutti d’accordo, il più rappresentativo: il pistacchio. “Il gelato al pistacchio che ci rappresenta: è italiano, è ricco, è elegante”, dice Ornella. E aggiunge: “Ha una produzione complessa. Compri la pasta importata dall’Italia, che ora è molto complessa. Tutti i marchi con cui lavoriamo vengono portati da lì. È anche in alcuni semifreddi come macarons, cannoli, affogato.

Ornella e Debora Manaut, socia e maestra gelateria, descrivono scherzosamente il fortunato incidente che ha dato vita a uno dei gusti più originali: “In realtà la key lime pie è nata per sbaglio. Eravamo molto stanchi di preparare l’apertura e il la crema di ripieno era al limone, ci abbiamo messo sopra il limone, abbiamo messo il succo ed è venuto benissimo, quindi è tutto.

Uno degli obiettivi più importanti è rispettare le ricette originali italiane; Solitamente gelato o pasticceria, come ricotta, champayan: “Pistacchio e champayan sono ricette chiave che non ho trovato da nessun’altra parte. Non usiamo la pasta per questo gusto, facciamo l’originale con il Marsala”, ha detto Ornella.

Spicca, quindi, il panettone, tipico pane dolce italiano: “Ha un processo produttivo diverso fatto con lievito madre, quindi ci vogliono diversi giorni per prepararlo. Viene cotto, sfornato, servito in una sorta di ‘spade’, capovolto e lasciato riposare a testa in giù per 24 ore; Sono molto attraenti da guardare a causa delle briciole in esso, è molto soffice. Il panettone non ha sostanza come il pane dolce, la frutta secca o glassata. Ha una copertura di cioccolato e scorze d’arancia candite”, spiega Deborah.

Per tutti i gusti

Il gelato non è l’unica cosa che puoi ordinare. Il menù è infatti ampio e contempla ogni dolcezza: croissant ripieni di crema pasticcera e gocce di cioccolato, milkshake alla fragola con crema e polvere di pan di spagna red velvet, macarons, budini, cannoli. Puoi gustare qualsiasi cosa, da un biscotto glassato al caffè con la torta di ricotta. “Siamo l’unica gelateria in città che ha pasticcini surgelati come il gelato al pistacchio o macarons con biscotti surgelati”, dice Deborah.

READ  Parte dalla Svizzera ed entra a Mortirolo

Gelato o caffè e gelato e caffè. Decidere non è un problema perché possono servire entrambi gli innamorati contemporaneamente e la soluzione è affogato. Affogato significa affondato e si riferisce a una pallina di gelato che viene “annegata” nel caffè caldo. La cremosità del gelato freddo e l’aromatico caffè caldo deliziano, divertendo, il palato.

La produzione artigianale in prospettiva

Dietro gli armadietti, che brillano di colori e trame, c’è una finestra diretta sulla gelida cucina. Juan afferma con orgoglio: “Siamo gli unici nella linea di produzione; Ecco perché il nostro gelato è così buono. Tutto quello che mangi è stato preparato tempo fa.

Tutte le degustazioni sono fatte mano nella mano con tre responsabili della produzione. Deborah spiega il processo: “Per prima cosa vengono pesati gli ingredienti, la base del gelato. Quindi, a seconda del sapore che ha, passa attraverso una macchina di pastorizzazione. Una volta pastorizzato, viene ridotto a 4º per fare il burro in un’altra macchina, diciamo “gelatiera”. Poi va allo stabilizzatore a freddo e può andare direttamente in vetrina. Siamo conosciuti per avere un gelato fresco e naturale e ha un tipico gusto di gelato italiano. Non lavoriamo sul gelato per niente, è specifico del settore. Il nostro è fatto a mano e realizzato in cesto.

Continua: “Abbiamo una cella positiva e due celle negative: una, che è come un ‘frigorifero’, dove conserviamo le miscele, il fondo del gelato, a 4º; la seconda è a -14º, dove teniamo pronte le ceste; E il ruolo finale è al terzo posto, che è a -18º, dove abbiamo un pezzo di pasta surgelata”, e il freddo le fa indossare una giacca.

“Parte del successo della gelateria è che puoi vedere la produzione ed è gelato artigianale. Non abbiamo questa gelateria ben fatta, ma piuttosto ci classifichiamo perché la produzione, la creazione del gelato, il più artigiano possibile. Dalla macchina alla vendita”, conclude.

Temi diversi

Nel periodo invernale la Gelateria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00 e nei fine settimana e nei giorni festivi dalle 9:00 alle 13:00. Aperto 365 giorni all’anno compresi festivi e feste nazionali.

READ  I codici Italia chiudono il declino; Investing.com Italy 40 di Investing.com perde l'1,12%

Juan spiega: “Nella ‘Giornata dei bambini’ organizziamo una lotteria. I bambini vengono a mangiare il gelato e a disegnare. Nella Giornata dei bambini c’è una lotteria con vari premi.

I soci sono sei aspiranti imprenditori che hanno anche altre sedi. Concept, design e regia sono stati affidati a Juan Solari, Agostina Solari e Facundo Gouet. Con il desiderio di distinguersi e la spinta all’innovazione, suggeriscono che l’obiettivo è aspettare il cliente con l’innovazione, non noioso o noioso. Deborah spiega: “L’idea non era quella di essere una gelateria statica tutto l’anno, ma di essere dinamica. Siamo inquieti, vogliamo qualcosa di nuovo: un gusto, una proposta, qualcosa che ci differenzia. Non vogliamo annoiarci. Pensiamo sempre a nuovi sapori. Il menu può rimanere o andare per un po’, con sapori che variano durante tutto l’anno.

Nelle date importanti il ​​tema cambia, quindi è più interattivo con i clienti. “Puoi venire con il tuo animale per la Festa degli Animali, noi mettiamo le crocchette per cani – sono pet-friendly-. Sono dettagli. Per la nuova stagione ci sono proposte per la Festa dei Bambini, la primavera, il tema Romeo e Giulietta. Non è un tema fisso menu”, commenta un pasticcere. Ha detto.

Ad esempio, da venerdì 18 agosto, celebreranno la settimana del Dulce de Leche, e Ornella spiega: “Abbiamo due diverse basi di dulce de leche: una più intensa e l’altra familiare, più liquida. Con questi abbiamo messo insieme un menu con sette gusti diversi, quali sono le variazioni sul seme, il ripieno (che include il gelato): può essere brownies, noci, ecc. E Deborah aggiunge: “Prepareremo un menu speciale per due settimane, con tutti i sapori del dulce de leche, e loro potranno godere della varietà che non tutti hanno”.

+Informazioni

Giorni e Programma:

La Gelateria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00 e nei fine settimana e nei giorni festivi dalle 9:00 alle 13:00.

Alcuni gusti:

Pistacchio, Champaone Ripieno, Mascarpone, Tiramisù, Crema Di Oreo, Mandarino, Torta Al Lime, Cioccolata All’Acqua E Torta Di Mele

Prezzo al kg

$ 5.500

Aldobrandino Golino
Aldobrandino Golino
"Studente di social media. Appassionato di viaggi. Fanatico del cibo. Giocatore pluripremiato. Studente freelance. Introverso professionista."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles