Maggio 28, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli astronomi hanno scoperto una piccola luna vicino alla Terra

Gli astronomi hanno scoperto una piccola luna vicino alla Terra

Il nostro pianeta ha un altro satellite. Affermano che potrebbe accompagnarci fin dal 100 a.C., ma le sue piccole dimensioni e la mancanza di luce ne hanno impedito la scoperta fino ad oggi.

Gli astronomi ne erano a conoscenza dallo scorso 28 marzo, ma ora, dopo che la sua esistenza è stata confermata scientificamente, è stata rivelata. La Terra ha una luna nuova. Non stiamo parlando della fase lunare in cui il satellite si trova tra la Terra e il Sole e diventa invisibile dal nostro pianeta. È un oggetto spaziale, un satellite, come la Luna, in orbita vicino alla Terra.

Infatti andrebbe definita una piccola luna, per le sue piccole dimensioni. Chiamato b 2023 FW13, lungo circa 15 metri, Circa le dimensioni di un autobus urbano. Per noi non è male, ma non è niente nelle proporzioni dell’universo. “Detriti primordiali” è il modo in cui alcuni astrofisici definiscono questi dettagli cosmici che vagano nello spazio.

E nello spazio che circonda la Terra ci sono molti di questi dettagli. Quello che succede è che le loro dimensioni fanno sì che nessuno li abbia notati fino ad ora. “Sono oggetti molto piccoli, con una superficie scura, privi di luce propria, riflettono solo la luce solare. Ecco perché sono molto difficili da vedere. Possono essere visti solo quando sono molto vicini”, spiega. José María Madedo, astrofisico dell’Istituto Astrofisico dell’Andalusia, del Consiglio Supremo per la Ricerca Scientifica, CSIC.

Questo nonostante il fatto che FW13 È con noi dal 100 a.C. Lo sottolineano gli astrofisici. Lo sviluppo di nuovi telescopi ha reso questo compito più semplice. La luna nuova è stata scoperta da uno di loro, il potente Pan-STARRS, situato sul vulcano hawaiano Haleakala.

READ  Come cambiare l'icona di qualsiasi applicazione su iPhone

Le dimensioni di 2023 FW13 significano che inizialmente è stato ignorato dagli scienziati, che pensavano che fosse uno delle migliaia di detriti spaziali in orbita attorno alla Terra. Dopo aver confermato che si tratta effettivamente di un corpo celeste, è stato inserito nell’elenco del Minor Planet Center dell’Unione Astronomica Internazionale (IAU).

Le piccole dimensioni di 2023 FW13 hanno spinto gli astronomi a ripensare alcuni nomi cosmici. Sembra molto interessante chiamare luna un oggetto spaziale che è una semplice roccia. Ecco perché la chiamavano semiluna.

Anche se, a causa della sua orbita, dovrebbe essere chiamato semi-satellite, perché nonostante la sua vicinanza alla Terra, è legato gravitazionalmente al Sole. Orbita a una distanza di 2,57 milioni di chilometri da noi, mentre la Luna e tutte le forme di vita distano da noi 0,38 milioni di chilometri. ALa distanza percorsa dalla forza gravitazionale della Terra verso un corpo celeste, il cosiddetto hillball, è di 1,5 milioni di chilometri.

Alcuni di questi oggetti hanno un’orbita molto simile a quella terrestre. In alcuni momenti, la velocità relativa dell’oggetto rispetto alla velocità della Terra è molto piccola e si trova in una regione dove prevale la gravità del nostro pianeta. Poi diventano compagni di viaggio, e la Terra lo prende in braccio e lo trasforma in una semiluna. “Questa cattura può essere temporanea o diventare permanente”, spiega Madido.

Teorie sulla sua origine

È pericoloso indicare l’origine di questo oggetto spaziale. Le teorie più plausibili suggeriscono che potrebbe trattarsi di parte della superficie lunare staccatasi a seguito dell’impatto di un asteroide. Ciò che gli astronomi tengono a chiarire quando parlano di queste lune e delle lune nuove che appaiono è che non rappresentano alcun pericolo ed è improbabile che cadano sul nostro pianeta.

READ  Siamo già ad un passo dai chip quantistici contenenti milioni di qubit. Questo esperimento ha successo

La luna non ha quest’unica sorella. Entrambi fanno parte di una famiglia di cui non si conoscono le dimensioni, anche se le indicazioni indicano che si tratta di una famiglia numerosa. “Recentemente sono stati scoperti quattro quasar e non sarebbe sorprendente se ne apparissero altri”, dice Madedo. “Ci sono molte rocce simili nell’ambiente del nostro pianeta in cui il nostro pianeta potrebbe essere intrappolato”.

Nel 2016, gli astronomi hanno scoperto una delle sorelle poco conosciute di Selene. Con un diametro di 100 metri, l’hanno chiamata Kamo’oalewa, un nome tradizionale hawaiano più evocativo della FW13 del 2023 scoperta quest’anno. Sebbene fornisca indizi sulla sua natura, è pieno di poesia, poiché significa “la figlia che viaggia da sola”.

Gli astronomi affermano con gioia che Kamo’oalewa, 2023 FW13 e le altre “nuove” piccole lune di Artemide rappresentano progressi rispetto a quelle che verranno scoperte nei prossimi anni. Il piacere scientifico, al contrario, può preoccupare poeti e amanti quando si tratta di scegliere su quale luna restare.

Un piccolo dizionario dei corpi celesti

asteroide. Pezzo di roccia di dimensioni molto variabili risultante dalla collisione di corpi celesti primordiali. La maggior parte di essi si trova nella fascia degli asteroidi, tra Marte e Giove.

aeroplano di carta. Un corpo celeste costituito da particelle di roccia, ghiaccio e gas come il metano che ruotano attorno al sole e i suoi componenti sublimano per formare una chioma composta da gas e polvere.

Mezza luna. Un asteroide che orbita attorno al sole ed è vincolato dalla gravità terrestre.

Quasi satellitare. Un asteroide orbita attorno al Sole e passa vicino alla Terra senza essere influenzato dal suo campo gravitazionale.

READ  Questa è la misteriosa forma della galassia a spirale Messier 51 vista attraverso gli occhi del telescopio James Webb

meteora. Il lampo di luce causato dai detriti spaziali che bruciano nell’atmosfera.

meteora. Una porzione di spazio inferiore a 50 metri di diametro, formata da comete, asteroidi e pianeti, che si riscalda ed evapora completamente o parzialmente quando entra nell’atmosfera.

meteora. Un meteorite non si disintegra completamente quando entra nell’atmosfera e una parte di esso si scontra solidamente con la superficie della Terra.

Il satellite. Un corpo celeste in orbita attorno a un pianeta.

Secondo gli standard

Progetto Fiducia

saperne di più