domenica, Giugno 16, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Gli attraversamenti illegali quotidiani delle frontiere hanno lanciato anni fa la nuova politica di Biden

(CNN) — L’analisi dei dati della CNN mostra che una nuova politica dell’amministrazione Biden volta a contrastare gli attraversamenti illegali del confine meridionale degli Stati Uniti è in vigore da almeno tre anni a causa dell’aumento degli incontri con i migranti.

L’azione esecutiva, annunciata martedì, vieta ai migranti che attraversano illegalmente il confine di chiedere asilo – con alcune limitate eccezioni – se il numero di persone incontrate dagli agenti di frontiera supera una media giornaliera di 2.500. Verranno invece respinti immediatamente.

La media giornaliera degli attraversamenti illegali ha superato questo limite per anni, raggiungendo il picco di oltre 8.000 migranti a dicembre, secondo i dati del Dipartimento per la Sicurezza Nazionale analizzati dalla CNN.

Secondo Colleen Butzel-Cavanaugh, analista politico associato presso il Migration Policy Institute, l’ondata record di attraversamenti riflette l’aumento della migrazione in tutto il mondo negli ultimi cinque anni, guidato da fattori come la ripresa economica disomogenea dalla pandemia. E il cambiamento climatico.

In base alle restrizioni imposte dall’era della pandemia e revocate lo scorso anno, le autorità federali hanno rapidamente espulso centinaia di migliaia di migranti al confine meridionale degli Stati Uniti.

L’ultima volta che la media degli incontri giornalieri tra migranti e pattuglia di frontiera statunitense sul confine terrestre sudoccidentale è stata inferiore a 2.500 è stato nel gennaio 2021, ha rivelato un’analisi della CNN. Analizzare i documenti disponibili al pubblico su un sito web federale Non includeva gli scontri nei porti costieri meridionali, anch’essi coperti dalla politica.

Affinché la nuova politica possa essere revocata, la media giornaliera deve scendere al di sotto dei 1.500 incontri giornalieri in media per sette giorni consecutivi tra i porti di ingresso. I registri mostrano che l’ultima volta che gli attraversamenti illegali al confine terrestre sud-occidentale sono stati così bassi è stato nel luglio 2020.

Migranti camminano lungo il lato americano del muro di confine a Jacumba Hot Springs, in California, il 5 giugno, dopo aver attraversato il muro dal Messico. (Foto: Frederick J. Brown/AFP/Getty Images)

Prima del 2019, al confine meridionale erano comuni medie giornaliere vicine o inferiori a 1.500. Dal 2014 al 2018, in soli nove mesi si sono verificati più di 45.000 incontri tra la polizia di frontiera statunitense e i migranti al confine terrestre sudoccidentale. Tuttavia, dal 2019, solo 11 mesi – soprattutto durante il picco della pandemia da settembre 2019 a luglio 2020 – hanno visto meno di 45.000 incontri. Le restrizioni alle frontiere volte a rallentare la diffusione del coronavirus nel 2020 potrebbero aver influenzato il numero di attraversamenti.

READ  Il ministero degli Esteri russo impone sanzioni a 398 membri del Congresso degli Stati Uniti

Putzel Kavanaugh ha affermato che la ragione principale dell’aumento negli ultimi cinque anni è l’aumento della migrazione in tutto il mondo. Dopo aver allentato le restrizioni ai viaggi dovute al virus Corona, la ripresa è stata disomogenea tra i paesi. In alcuni luoghi, le risorse pubbliche, i beni e le opportunità di lavoro sono rimasti indisponibili più a lungo dopo la fase peggiore della pandemia. Altrove, le crisi causate dal cambiamento climatico o dalla guerra hanno spinto più persone a migrare. Il risultato è stato un aumento dell’immigrazione da più paesi.

“L’obiettivo di questa regola sembra essere quello di effettuare più deportazioni più rapidamente”, ha detto Kavanaugh-Putzel.

Secondo il nuovo provvedimento esecutivo, se i migranti dichiarano di avere paura dopo aver attraversato illegalmente il confine, possono intervistare un funzionario incaricato dell’asilo, ma la soglia che devono raggiungere è molto più alta. Gli agenti di frontiera non devono più chiedere ai migranti se hanno paura in base alle nuove linee guida, lasciando ai migranti il ​​compito di esprimere la loro paura di tornare nel loro paese di origine, cosa di cui avvocati e difensori affermano di non essere sempre a conoscenza.

È troppo presto per conoscere l’impatto di questa politica. Il numero di incontri tra i porti di ingresso è diminuito ogni mese da gennaio, ma è ancora elevato, ha affermato Putzel Kavanaugh.

Ha aggiunto: “È probabile che ora che questa regola è entrata in vigore, vedremo una diminuzione del numero di arrivi alla frontiera”. Tuttavia, queste politiche spesso creano un effetto “aspetta e vedi”, in cui i crossover aumentano nuovamente una volta che il vero impatto della politica è più ampiamente compreso.

READ  La Bolivia ratifica la solidarietà nella Giornata della Terra Palestinese (+foto)

Priscilla Alvarez della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Ciriaco Capone
Ciriaco Capone
"Creatore. Amante dei social media hipster. Appassionato di web. Appassionato fanatico dell'alcol."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles