Giugno 27, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli scienziati affermano che la nuova esplosione di energia dallo spazio è diversa dai segnali precedenti

Gli scienziati hanno rilevato una nuova rapida esplosione radio che ci arriva dallo spazio, da un luogo strano e inaspettato.

L’eruzione è solo il secondo esempio noto del suo genere e ha sollevato nuove domande su cosa sia esattamente e come possa essere usata per comprendere l’universo.

Gli scienziati affermano che l’oggetto appena scoperto emette esplosioni di energia frequenti e ripetitive. È simile alla prima esplosione radioattiva veloce, o FRB, di cui è stata trovata la posizione; Ma differisce da molti esempi che sono stati trovati.

Le esplosioni radio veloci sono esplosioni di energia molto intense, brevi che ci raggiungono dalle profondità dello spazio. Sono stati scoperti per la prima volta nel 2007 e da allora gli scienziati ne hanno trovati dozzine.

Questo enorme catalogo ha avvicinato i ricercatori al tentativo di capire da dove vengono, sebbene la loro fonte rimanga un mistero. I ricercatori hanno proposto di tutto, dai buchi neri alla tecnologia spaziale, anche se la spiegazione più probabile è una magnetar, un tipo di stella di neutroni.

Ricerche recenti hanno anche suggerito che esistono diversi tipi di FRB e l’organismo appena scoperto rafforza questa argomentazione. I ricercatori dubitano che coloro che ripetono i loro segnali in questo modo possano essere fondamentalmente diversi dagli altri.

Il maggior numero di lampi di questo tipo che sono stati scoperti ha anche permesso agli scienziati di usarli come un modo per studiare altre parti dell’universo, oltre ad essere interessanti di per sé. Possono essere usati per misurare il contenuto del mezzo galattico o la distanza tra le galassie.

Osservando il modo in cui le esplosioni viaggiano attraverso lo spazio tra la loro origine e la Terra, gli scienziati possono comprendere meglio il materiale ancora in gran parte misterioso che copre gran parte dell’universo.

READ  Amazon Fire TV Stick è in vendita al minimo storico

Tuttavia, gli scienziati devono fare ipotesi sui segnali e sulla loro fonte per usarli correttamente. In generale, ad esempio, gli scienziati ritengono che le galassie ospiti non diffondano esplosioni radio veloci, che si esprime usando la “scala di diffusione”.

Ma la nuova corsa alla radio non sembra adattarsi a quell’immagine. Sebbene sia in qualche modo simile al primo scoppio radio ripetuto mai rilevato, la sua galassia ha una misura di diffusione molto più ampia.

È stato stimato che la galassia dovrebbe trovarsi a circa 3 miliardi di anni luce dalla Terra. Ma si è sparpagliato tre volte come se provenisse da una galassia lontana.

“Ciò significa che c’è molto materiale vicino all’FRB che confonderebbe qualsiasi tentativo di usarlo per misurare il gas intergalattico”, ha affermato Kshitij Aggarwal, uno studente laureato presso la West Virginia University. “Se questo è il caso di altri, non possiamo fare affidamento sull’utilizzo degli FRB come scale cosmologiche”.

Questo aggiunge un altro mistero alle eruzioni, che 15 anni dopo e molti esempi rimangono affascinanti e sconosciuti agli astronomi che le hanno studiate.

Ulteriori ricerche sugli FRB, come quella appena scoperta, potrebbero aiutare a risolvere alcuni di questi enigmi, oltre a rispondere alle domande sollevate da recenti documenti di ricerca. Gli scienziati sperano di capire meglio in che modo la frequenza e la non ricorrenza differiscono, ad esempio, e se provengono da fonti di età diverse o da cose completamente diverse.

I risultati sono riportati in un documento, “Repeated Fast Radio Burst Associated with a Fixed Radio Source”, pubblicato oggi su temperare la natura.

Il nuovo FRB è designato 20190520B e la sua galassia ospite è J160204.31−111718.5. È stato trovato utilizzando il radiotelescopio sferico cinese a cinquecento metri di apertura, o FAST, nel 2019, e da allora è stato svolto altro lavoro per esaminarlo, utilizzando una varietà di apparecchiature diverse.

READ  Caratterizzazione spaziotemporale della transizione metallica isolante indotta dal campo