Maggio 16, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli scienziati hanno avvertito che la pianificazione di trasmettere la posizione della Terra nello spazio potrebbe innescare un’invasione aliena

|

Gli scienziati di Oxford hanno avvertito che il piano della NASA di trasmettere la posizione della Terra nello spazio potrebbe inavvertitamente portare a un’invasione aliena.

Il messaggio in codice binario “Beacon in the Galaxy” trasmetterà informazioni sul Sistema Solare, sulla superficie terrestre e sull’umanità a una parte della Via Lattea che è stata identificata come la più probabile sede di civiltà extraterrestri.

È una versione aggiornata del messaggio di Arecibo, che ha inviato informazioni simili nello spazio nel 1974 utilizzando un radiotelescopio a Porto Rico.

I ricercatori temono che il rischio di un’invasione aliena ostile superi le possibilità della sonda.

Tuttavia, Anders Sandberg, ricercatore presso il Future of Humanity Institute (FHI) di Oxford, ha avvertito che la condivisione di tali informazioni è un rischio.

Ha detto al Daily Telegraph che, sebbene la possibilità che il messaggio raggiunga una civiltà aliena fosse bassa, “ha un tale impatto che devi davvero prenderlo molto sul serio”.

Il “fattore di risate” che circonda la ricerca di intelligenza extraterrestre, ha detto, significa che “molte persone si rifiutano di prendere sul serio qualsiasi cosa al riguardo, il che è un peccato perché questo è un grosso problema”.

Il dottor Sandberg ha anche affermato che, a causa della difficoltà di attraversare lo spazio interstellare, un messaggio che anche una civiltà molto avanzata potrebbe ricevere potrebbe essere poco più di una “cartolina che dice: ‘Vorrei che tu fossi qui'”.

Il messaggio sarà trasmesso nella parte della Via Lattea dove è più probabile che esista la vita extraterrestre.

Il messaggio sarà trasmesso nella parte della Via Lattea dove è più probabile che esista la vita extraterrestre.

Toby Ord, il collega del dottor Sandberg alla FHI, ha avanzato argomentazioni simili in The Precipice, un libro pubblicato nel 2020 che analizzava i rischi esistenziali e il futuro dell’umanità.

Il dottor Ord ha detto che la questione principale è il rapporto tra civiltà pacifiche e civiltà ostili.

Ha aggiunto: “Abbiamo pochissime prove del fatto che questo sia alto o basso e non c’è consenso scientifico. Poiché lo svantaggio può essere molto maggiore del vantaggio, non sembra essere un buon atteggiamento adottare misure efficaci verso la connettività.

Una regione della Via Lattea contiene una ricca collezione di nebulose (foto scattata nel 2019).

Una regione della Via Lattea contiene una ricca collezione di nebulose (foto scattata nel 2019).

Il messaggio pianificato, che si concluderà con un invito alla risposta degli alieni, include concetti matematici e fisici di base per creare un mezzo di comunicazione globale, seguiti da informazioni sulla composizione biochimica della vita sulla Terra.

Trasmetterà anche la posizione del sistema solare in relazione ai principali ammassi stellari, nonché le rappresentazioni digitali del sistema solare, della superficie terrestre e degli esseri umani maschi e femmine.

La NASA non prevede di trasmettere il messaggio in sé, ma propone invece di trasmetterlo dal radiotelescopio sferico con apertura di 500 metri in Cina e dall’Allen Telescope Group del SETI Institute nel nord della California.

Il team di ricercatori del progetto ha affermato che la comunicazione è uno “sviluppo incredibilmente interessante nell’esplorazione scientifica dell’universo”.