Ottobre 20, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli stand Valencia | I pedoni recuperano lo spazio perso

“Questa estensione temporanea è pensata per compensare le restrizioni del settore alberghiero, ma con il nuovo decreto annunciato dalla Generalitat che consente già l’uso dei bar, e consente anche il 100% di capienza all’aperto e il 75% al ​​chiuso, si commenta l’estensione temporanea”.

Sin dal primo momento, Repo ha auspicato un dialogo con le parti coinvolte: “Unione sindacale, Federazione distrettuale di Valencia, Federazione delle imprese dell’ospitalità di Valencia, Coordinatore delle imprese dell’ospitalità e del tempo libero della Comunità di Valencia”. Ha aggiunto che l’ampliamento degli stand è stato un provvedimento concordato nel maggio 2020 tra consiglio comunale e rappresentanti di quartieri e associazioni alberghiere in un accordo storico, poiché è riuscito a convergere più volte con posizioni contrapposte – vicini di casa e albergatori – in un importante momento di rilancio economico, pur mantenendo i vincoli di distanza e di capacità per evitare il contagio.

A suo avviso, “Bar e ristoranti possono funzionare ora come prima della pandemia, ed è giusto che anche i pedoni riacquistino lo spazio temporaneamente perso. In nessun modo vedono lo spazio che esisteva prima della pandemia come lo spazio fornito da ogni locale è rispettato Ha autorizzato, qualificato.

Per Ribo, il settore dell’ospitalità “è fondamentale per l’economia di Valencia e anche uno dei settori più colpiti dall’epidemia. Per questo motivo, il consiglio comunale ha attivato strumenti per sostenere e salvare il settore, come un ampliamento degli stand ma inoltre: fino alla fine dell’anno viene mantenuta in tribuna l’esenzione fiscale a sostegno del rilancio economico del settore.

Vanno inoltre ricordati gli aiuti e i sussidi erogati al settore ricettivo “per compensare le perdite causate dalla pandemia e sostenere il suo adattamento alla nuova realtà: Re-Activa Aid (marzo 2020) per 5,26 milioni; aiuti alla settore del restauro 1,6 milioni e la prima parte del piano Resistir che ha già pagato più di 13 milioni di milioni di dollari”. Il sindaco ha aggiunto che ci sono più aiuti per questo settore, alcuni dei quali sono ancora in corso.

READ  Appendi la PS5 al muro con il supporto moderno e risparmia spazio nel tuo salotto