Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli Stati Uniti affermano che continueranno a lavorare per ridurre i prezzi dell’energia

© Reuters. Gli Stati Uniti affermano che continueranno a lavorare per ridurre i prezzi dell’energia

Washington, 5 settembre. – Il governo degli Stati Uniti ha confermato lunedì che continuerà a fare tutto il necessario per ridurre i prezzi dell’energia, dopo la decisione dell’alleanza OPEC + di ritirare dal mercato 100.000 barili al giorno che avevo deciso di farlo. Aggiungi un mese fa.

“Il presidente (Joe) Biden è determinato a continuare a prendere tutte le misure necessarie per sostenere l’approvvigionamento energetico e ridurre i prezzi dell’energia”, ha affermato la Casa Bianca in una nota.

La decisione dell’OPEC+, alleanza guidata da Arabia Saudita e Russia che riunisce l’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio (OPEC) e i suoi alleati, è il primo taglio concordato dell’offerta in più di un anno e arriva in breve tempo. Un periodo di accresciute tensioni nel mercato energetico a causa dell’invasione russa dell’Ucraina.

La Casa Bianca ha sottolineato che Biden “ha chiarito che le forniture di energia devono soddisfare la domanda per sostenere la crescita economica e abbassare i prezzi per i consumatori americani e globali”.

L’amministrazione democratica ha osservato che il presidente ha già adottato misure come il “rilascio storico delle riserve strategiche statunitensi e globali”. Oppure collaborare con gli alleati per limitare il prezzo del petrolio russo per garantire una fornitura globale continua.

La nota aggiunge che “la produzione di petrolio degli Stati Uniti è aumentata di oltre mezzo milione di barili al giorno dall’inizio dell’anno ed entro la fine dell’anno è sulla buona strada per raggiungere più di un milione”, osservando che questa cifra potrebbe significare un nuovo record di produzione nel 2023.

La decisione dell’OPEC+, approvata dai ministri del settore dei 23 paesi costituenti il ​​gruppo, in conference call, annulla l’aumento dei pompaggi che era stato approvato per il mese di settembre di un mese fa, dopo uno storico viaggio di Biden all’Arabia Saudita. Per chiedere un aumento significativo della produzione.

READ  Perché i marchi più famosi del mondo stanno sperimentando gli NFT nel metaverso? di CoinTelegraph