Dicembre 2, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli Stati Uniti “faranno tutto il possibile” per liberare i missionari ad Haiti dopo il salvataggio

Primo emendamento: Ultimo aggiornamento:

Porto Principe (AFP)

Gli Stati Uniti si sono impegnati martedì a fare del loro meglio per liberare i missionari americani e canadesi rapiti ad Haiti, dopo che i rapitori avevano chiesto un milione di dollari per ciascuno dei 17.

Una banda chiamata 400 Mawozo è stata identificata con il rapimento del gruppo, che comprende cinque bambini, sabato.

“Nel governo siamo stati instancabilmente concentrati su questa questione”, ha detto il segretario di Stato Anthony Blinken in conferenza stampa durante la sua visita in Ecuador, specificando che nel caso era coinvolto il team dell’FBI.

Faremo del nostro meglio per aiutare a risolvere questa situazione. “

Le prove di un rapimento da parte di una banda criminale haitiana precipitano nella crisi del paese dopo l’assassinio del presidente Jovenel Moise a luglio, con il caos che ha travolto il paese più povero dell’emisfero occidentale.

Gli spedizionieri lavorano con l’organizzazione americana Christian Aid, che ha confermato che il gruppo è stato rapito a est della capitale, Port-au-Prince, al ritorno dalla visita a un orfanotrofio tra la città e il confine con la Repubblica Dominicana.

L’area era sotto il controllo di 400 muzo da mesi. Fonti della sicurezza hanno riferito all’AFP che la banda chiedeva 17 milioni di dollari di riscatto.

Le prove del rapimento compiuto da una banda criminale ad Haiti sono precipitate nella crisi del Paese dopo l’assassinio del presidente Jovenel Moise a luglio. Valerie Pereswell AFP/Archivi

– Crisi di sicurezza “insostenibile” –

Il ministro della Giustizia haitiano, Liszt Koetel, ha confermato il coinvolgimento di questa banda armata nel rapimento.

READ  Il mondo si impegna a invertire la perdita di biodiversità

Ha detto al Washington Post che gli aggressori di solito richiedono ingenti somme che vengono poi ridotte nei negoziati. Ha indicato che la sua squadra non sta partecipando ai negoziati.

I rapiti sono cinque uomini, sette donne e cinque bambini la cui età non è stata resa nota.

Blinken ha affermato che il Dipartimento di Stato è in contatto con il governo haitiano in merito alla questione.

“Sfortunatamente, è anche un esempio di un problema molto più ampio, che è la situazione della sicurezza, che semplicemente non è sostenibile”, ha affermato.

E ad aprile, la banda Mawozo 400 nella stessa zona ha rapito 10 persone, di cui due francesi, per 20 giorni.

Haiti è considerata una zona rossa dagli Stati Uniti, e ha consigliato ai suoi cittadini di non recarsi in quel Paese a causa dei numerosi rapimenti che, per la maggior parte, hanno “vittime americane”.

Lunedì è stato proclamato uno sciopero generale sull’isola per protestare contro la rapida disintegrazione della sicurezza.

A Port-au-Prince sono stati chiusi negozi, scuole ed edifici governativi, ma le scuole sono rimaste aperte in molte città.

I rapimenti ad Haiti sono raddoppiati negli ultimi anni, poiché le bande sono cresciute in numero e forza e hanno affrontato la polizia debole e insensibile.

ambo / Dax / dga / dl / ag