Gennaio 16, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli Stati Uniti stanno temporaneamente allentando l’obbligo di richiedere una carta verde

USCIS ha detto questa settimana che annullerà Temporaneamente Uno dei requisiti per richiedere la residenza permanente o una carta verde. Ciò aprirebbe la strada agli immigrati legali per ottenere la residenza, con il minor numero di ostacoli possibile.

Almeno per il momento, l’agenzia ha riferito che Renderà più flessibile la cosiddetta “regola dei 60 giorni” per i controlli medici e vaccinalinecessarie per procedure di immigrazione di questo tipo. Una visita medica è un requisito obbligatorio per la residenza e i risultati vengono inviati all’agenzia tramite il modulo I-693.

Durante la precedente amministrazione di Donald Trump vigeva la regola che tale modulo fosse valido solo se firmato da un chirurgo civile 60 giorni prima della data di presentazione della domanda. A partire dal 9 dicembre, questo è temporaneamente revocato fino a settembre 2022.

“Questa deroga temporanea aiuterà i richiedenti che sono stati colpiti dalla pandemia e dai relativi ritardi di elaborazione, che a volte hanno causato ritardi nel completamento della visita medica sull’immigrazione”, si legge nella nota. Il web ufficiale.

Ciò consentirà temporaneamente ai richiedenti di presentare la domanda principale per l’indennità di immigrazione utilizzando un modulo I-693 compilato, anche se il chirurgo civile ha firmato con più di 60 giorni di anticipo. Non saranno necessari ulteriori test se questo documento è valido per tutto il resto.

Meno ritardi nell’ottenimento della residenza

Con l’attuale crisi sanitaria, il ritardo nelle procedure per la carta verde è stato, tra l’altro, ancora più ritardato del solito. Tanto che l’USCIS li ha descritti come “ritardi cronici”.

Secondo le informazioni attuali, la “regola dei 60 giorni” sarà temporaneamente sospesa fino alla fine di settembre del prossimo anno, a causa dei continui ritardi nell’elaborazione relativi a questi aspetti. Aggiungono che i richiedenti hanno anche incontrato difficoltà al di fuori del loro controllo, inclusi ritardi nel completamento di una visita medica per l’immigrazione.

READ  Indignazione dei popoli indigeni di Panama

“L’esenzione temporanea andrà a beneficio di molti richiedenti, compresi i cittadini afgani evacuati nell’ambito del processo di ‘Alleati di benvenuto’ che hanno completato gli esami medici per l’immigrazione presso le strutture gestite dal governo, ma non sono stati in grado di richiedere l’adeguamento dello status entro i 60 giorni dal test. Hanno completato.” . Concludiamo.

Hai scoperto con Guida cubana, Guida n. 1 all’informazione mondiale su Cuba. Se ti piace, condividilo con i tuoi amici!