Febbraio 2, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“GOe è il luogo dove verranno cucinati e sviluppati i futuri progetti di gastronomia”

Dopo oltre un decennio di esperienza (che compie dieci anni nel 2021), il Basque Culinary Center si è affermato come punto di riferimento globale per essere un’istituzione accademica leader nello sviluppo del potenziale della gastronomia. Ma oltre all’ambito accademico, l’eccellente lavoro del Centro va ben oltre, sviluppando progetti internazionali orientati alla ricerca, all’innovazione, alla sperimentazione e all’imprenditorialità. Nella stessa settimana, ha aggiunto un nuovo premio alla sua già ricca collezione: il Premio Made in Euskadi, in riconoscimento della sua influenza a livello internazionale.

Questa settimana hanno un nuovo premio, e questa volta non viene dal mondo della gastronomia, ma dal mondo degli affari. E alla 31a edizione dei Basque Company Night Awards, presentati lunedì dalla Basque Company and Society Foundation, il Basque Culinary Center ha ricevuto il Made in Euskadi Award, per l’impatto internazionale del suo progetto e per la rappresentazione dei valori. Dai Paesi Baschi all’estero. Cosa significa ricevere questo premio?

Questo premio è per noi motivo di grande orgoglio e soddisfazione. È un riconoscimento assegnato alle aziende basche eccezionali e ricevere questo premio dopo una carriera di 11 anni conferma che il Basque Culinary Center è uno con radici e identità basche, ma con una forte visione globale.

A proposito di proiezione internazionale, gastronomia! On the Road, acceleratore di startup del settore alimentare sotto forma di competizione promossa a livello internazionale dal Basque Culinary Center e giunta alla sua seconda edizione.

Sei anni fa abbiamo deciso di creare Culinary Action! Che mira a supportare gli imprenditori, e durante tutto questo tempo abbiamo svolto molte attività come workshop, conferenze, incubatori di ristoranti o accelerazioni di startup nel campo della tecnologia alimentare. In questo contesto, e per dargli una dimensione internazionale, due anni fa abbiamo lanciato l’attività culinaria! In viaggio, con il Dipartimento per lo Sviluppo Economico del governo basco. L’obiettivo principale di questa iniziativa è continuare a creare un ecosistema internazionale per gli imprenditori e, allo stesso tempo, aumentare l’attrazione degli imprenditori nei Paesi Baschi, rendendo i Paesi Baschi una regione attraente per coloro che decidono di stabilire la propria attività qui .

READ  L'affollamento riduce lo spazio di riabilitazione

“L’obiettivo dell’azione culinaria! In cammino c’è la creazione di un ecosistema di imprenditori”

Questa edizione è iniziata a New York ed è appena passata per Buenos Aires e Copenhagen. Quali saranno le prossime date?

All’inizio del 2023 verranno effettuate fermate a Tel Aviv e Tokyo. Le cinque startup locali si sfideranno nella Grand Final che si terrà nel marzo 2023 a Donostia-San Sebastián, che metterà l’una contro l’altra i vincitori di ogni paese. Pertanto, l’incontro a Donostia-San Sebastián sarà un incontro internazionale in cui si incontreranno imprenditori di alto livello e in cui avremo l’opportunità di conoscere le loro idee innovative. È anche un’opportunità per il Basque Culinary Center di rafforzare la sua posizione a livello internazionale e di attrarre imprenditori nei Paesi Baschi.

Per il concorso di Copenaghen, ad esempio, è stata selezionata una startup dedicata alla produzione di frutti di mare a base di proteine ​​vegetali. Cosa apprezzano nelle startup che scelgono?

Cerchiamo di identificare iniziative commerciali con potenzialità future. Il settore agroalimentare è in piena trasformazione; Cambiano i gusti e le decisioni del consumatore e, in quest’ottica, è necessario rapportare l’offerta a queste nuove esigenze. A Copenhagen, ad esempio, la startup scelta è stata la danese Mimic Seafood, che si dedica alla produzione di frutti di mare a base di proteine ​​vegetali. È un progetto che si sposa perfettamente con la mia visione culinaria! On the Road, che cerca di entrare in contatto con aziende che guardano al futuro, lavorando in settori come le alternative proteiche alle proteine ​​animali.

“Il settore della gastronomia è in completa trasformazione e dobbiamo dialogare con le nuove esigenze”

Ha sottolineato l’importanza del Basque Culinary Center guardando al futuro, e se c’è un progetto con questa visione del futuro, è GOe, uno spazio che ospiterà attività di ricerca, innovazione, sperimentazione, imprenditorialità e formazione.

READ  Alliance Française apre lo spazio Teatrando - El Sudcaliforniano

L’obiettivo di GOe è promuovere e incoraggiare, se possibile, l’imprenditorialità, la ricerca e l’innovazione attorno alla gastronomia, sempre da una visione a 360° della gastronomia. Trasformare GOe in un grande centro di innovazione globale è l’impegno per il futuro del Basque Culinary Center, insieme al governo basco, al consiglio provinciale di Gipuzkoa e al consiglio comunale di Donostia-San Sebastian, dove cucineranno e svilupperanno progetti futuri.

Per quanto riguarda l’edificio, che è stato battezzato “Olatuen Bidea” e che sorgerà nel quartiere Gros di San Sebastián, quando inizieranno i lavori?

L’edificio, progettato dallo studio di architettura danese Bjarke Ingels Group (BIG), misurerà 9.000 metri quadrati e conterrà spazi per la ricerca e l’innovazione, da quella più tecnica a quella creativa. Per quanto riguarda l’attività, prevediamo di avviarla nell’estate del 2023. In generale, sia il container che il contenuto dell’edificio GOe saranno molto preziosi.

“Sia il container che il contenuto dell’edificio GOe, che inizierà in estate, saranno molto preziosi”.

Un altro spazio centrale del Basque Culinary Centre è il BCC Innovation Technology Centre. Su quali font stai attualmente lavorando?

Il polo tecnologico continua a crescere, il che ci dà grandi soddisfazioni; A riprova di ciò, quest’anno abbiamo partecipato a nove progetti di ricerca europei. Per quanto riguarda le linee principali, attualmente, il lavoro di ricerca che sviluppa è indirizzato verso cinque aree: sostenibilità, salute, digitalizzazione (linea sviluppata attraverso il progetto LABe-Digital Gastronomy Lab, che costituisce uno dei centri di riferimento dell’Etorkizuna Eraikiz Programma Diputación), una ricerca orientata allo sviluppo di cibi sensorialmente accattivanti e, infine, nuovi prodotti e servizi con le aziende.

Verso la fine dell’anno, cosa ti aspetti dal 2023?

READ  Il campus dell'Università di Trileu ha problemi di spazio, ma sono in programma lavori per facilitare le operazioni quotidiane

Questa è in qualche modo l’incertezza che il mondo sta attraversando a causa di crisi come la guerra in Ucraina o l’energia su cui ci si accontenta. Spero anche che il prossimo anno ci porti la passione per la gastronomia dei giovani che vengono nel nostro centro studi. Sono particolarmente orgoglioso della comunità che si è formata attorno a questo Basque Culinary Centre. Auguro soprattutto al mondo della gastronomia di continuare a crescere insieme all’innovazione e alla ricerca per continuare a generare felicità e benessere.