Febbraio 9, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ha confermato l’invito ufficiale a Lula a visitare gli Stati Uniti

Lula ha apprezzato molto il fatto che l’invito sia stato fatto in questo modo, ma forse non è bastato che fosse negli Stati Uniti prima dell’inaugurazione. Immagine: stampa latina

Il presidente eletto del Brasile, Luiz Inácio Lula da Silva, ha ricevuto un invito ufficiale nella capitale per visitare gli Stati Uniti, dove incontrerà il presidente Joe Biden.. Questa chiamata è apparsa durante una conversazione che ha avuto in un hotel con il consigliere per la sicurezza nazionale di quel paese, Jake Sullivan.

“Oggi ho ricevuto un invito dal consigliere per la sicurezza degli Stati Uniti, Jake Sullivan, dal presidente Joe Biden a fargli visita alla Casa Bianca. Sono entusiasta di parlare con il presidente Biden e approfondire il rapporto tra i nostri due Paesi”, ha scritto Lula su un social Rete. Sull’appuntamento con un consigliere Biden.

Oltre al Presidente eletto Lula e Sullivan, all’incontro hanno partecipato da parte statunitense: Juan Gonzalez, Consigliere del Governo USA per l’America Latina; Ricardo Zuniga, vice segretario di Stato per gli affari dell’emisfero occidentale; e Douglas Cuniff, Incaricato d’Affari dell’Ambasciata del Brasile.

Della squadra di Lula erano presenti il ​​senatore Jacques Wagner, gli ex ministri Celso Amorim, delle Relazioni esterne, e Fernando Haddad, dell’Istruzione.

Dopo l’incontro, Amorim ha detto alla stampa che Lula non ha escluso di viaggiare a dicembre, ma ha indicato che preferirebbe farlo a gennaio, dopo il suo insediamento.

“(Lola) ha molto apprezzato il fatto che l’invito sia stato fatto in questo modo, ma potrebbe non essere bastato (negli Stati Uniti) prima dell’inaugurazione. Ma crede di poter partire a inizio anno anche il una visita ufficiale da presidente”, ha precisato l’ex segretario di Stato.

READ  "Pietro sta facendo un lavoro imbattibile, verrebbe da pensare che all'improvviso non ci sia il governo": Benedetti

Durante l’incontro, Sullivan ha consegnato al fondatore del Labour Party la maglia della squadra di football americano, eliminata ai Mondiali in Qatar.

Secondo Amorim, un membro del team di transizione per le relazioni estere, Lula e Sullivan hanno avuto una “conversazione molto intensa” per circa due ore su questioni regionali e globali, come il cambiamento climatico e la guerra in Ucraina. e la riforma del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Sono stati discussi anche la promozione della democrazia nella regione e la cooperazione per lo sviluppo e la tecnologia.

Secondo Amorim, la conversazione non è andata nei dettagli su come il Brasile e gli Stati Uniti potrebbero lavorare nella lotta al cambiamento climatico, ma è stata riconosciuta l’importanza dell’impegno di entrambi i paesi.

Il gigante sudamericano durante il governo del presidente di estrema destra sconfitto Jair Bolsonaro ha registrato alti tassi di deforestazione in Amazzonia, attirando critiche da altri paesi.

(Con info da Prensa Latina)