martedì, Luglio 16, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Hanno creato un computer biologico collegando 16 minuscoli cervelli umani

Hanno creato un computer biologico collegando 16 minuscoli cervelli umaniCrediti: Jordan et al., Frontiers of Artificial Intelligence, 2024.

Una startup svizzera ha appena lanciato un computer biologico che si connette a cellule cerebrali viventi e pulsanti: utilizza molta meno energia rispetto ai tradizionali computer basati su bit, in un nuovo tentativo di creare dispositivi informatici e applicazioni di intelligenza artificiale (AI) in grado di svolgere funzioni potenti . Efficienza simile a quella ottenuta dal cervello umano.

Imparentato

L’azienda svizzera FinalSpark ha creato una piattaforma online chiamata Piattaforma neuraleche viene utilizzato Gruppi sferici di cellule cerebrali umane coltivate in laboratorio, noti come organoidi cerebrali o mini-cervelli. Un totale di 16 organoidi sono stati posizionati in quattro array, ciascuno collegato a otto elettrodi e a un sistema microfluidico destinato a fornire acqua e sostanze nutritive alle cellule.

Più potente, efficiente e sostenibile

secondo condizione Pubblicato in Impact Lab Consuma bioprocessori come quelli utilizzati in Neuroplatform Un milione di volte meno energia rispetto ai tradizionali processori digitali, Il che promette una significativa riduzione dell’impatto ambientale dell’informatica. Allo stesso tempo, si tratta di un progresso verso la realizzazione di dispositivi informatici con un’efficienza simile a quella raggiunta dal cervello umano.

Per decenni, gli specialisti informatici hanno cercato di imitare le condizioni del nostro cervello, replicando le sue reti neurali per creare applicazioni di intelligenza artificiale (AI) con maggiore potenza di elaborazione. Tuttavia, sebbene queste reti neurali artificiali si siano evolute notevolmente e siano diventate estremamente potenti,… Anche il suo consumo energetico è aumentato.

Considerata la crescente dipendenza della nostra società da questi dispositivi informatici e di intelligenza artificiale, il loro utilizzo è diventato insostenibile a lungo termine. Secondo i ricercatori dietro il nuovo computer biologico, che hanno riassunto i loro risultati in uno studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Artificial Intelligence, l’addestramento di un unico grande modello linguistico (LLM) come GPT-3 richiede circa 10 gigawattora. Circa 6.000 volte il consumo energetico annuo del cittadino europeo medio.

READ  Il Samsung Gaming Hub verrà lanciato nel 2022, ma senza segni di supporto per Xbox Cloud Gaming

Hardware, software e biologia

Gli scienziati confermano che l’uso di… Bioprocessori Può ridurre significativamente il consumo energetico, aprendo una nuova era nello sviluppo di dispositivi informatici e soluzioni di intelligenza artificiale con maggiore potenza di elaborazione, efficienza e sostenibilità. Rispetto al consumo di GPT-3, il cervello umano fa funzionare 86 miliardi di neuroni utilizzando solo 0,3 kilowattora, ha osservato A. condizione Pubblicato su Science Alert.

La piattaforma neurale opera attraverso un’architettura classificata come “wetware”. Che integra hardware, software e biologia. La principale innovazione della piattaforma risiede nell’uso di quattro array multielettrodo (MEA), che contengono tessuto organoide vivente. Queste sono masse cellulari tridimensionali del tessuto cerebrale. Ogni MEA ha quattro adesioni: Lo scambio di dati è facilitato da convertitori analogico-digitali. Inoltre, il software consente ai ricercatori di inserire variabili di dati e interpretare l’output della procedura guidata.

riferimento

Una piattaforma neurale aperta e accessibile da remoto per la ricerca nel wet software computing. Fred D. Giordania et al. Frontiere nell’intelligenza artificiale (2024). doi:https://doi.org/10.3389/frai.2024.1376042

Nevio Buratti
Nevio Buratti
"Evangelista di zombie dilettante. Creatore incurabile. Orgoglioso pioniere di Twitter. Appassionato di cibo. Internetaholic. Hardcore introverso."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles