Dicembre 5, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I consumatori americani pagano di più questo Ringraziamento

Questo periodo natalizio è iniziato come più costoso, poiché le sfide logistiche causate dalla pandemia influenzano el Forniture alimentari per il paese. Si prevede che il Ringraziamento, una festa che agricoltori e allevatori trascorrono mesi a pianificare, colpirà le tasche degli americani più del solito quest’anno.

L’aumento dei prezzi del mais ha aumentato i costi dei tacchini che se ne nutrono. I produttori di alluminio, i cui prodotti vengono utilizzati per avvolgere gli avanzi dopo il Ringraziamento, hanno difficoltà a spedire gli ordini.

In questo mondo interconnesso, carenza di manodopera, aumento dei costi di spedizione e problemi della catena di approvvigionamento Alcuni prezzi del Ringraziamento stanno aumentando, ha spiegato Wendy White, esperta di supply chain e project manager con la Manufacturing Development Partnership di Georgia Tech.

“Abbiamo un grande mercato globale e spedire qualcosa da un’altra parte del mondo è molto facile per noi in questo giorno ed età”, ha detto White in un’intervista con Georgia Tech News.

Nel suo sondaggio annuale pubblicato il 18 novembre, l’American Farm Bureau Association ha affermato che il costo dei prodotti di base del Ringraziamento di quest’anno è aumentato del 14% rispetto allo scorso anno.

Il piatto principale, un tacchino congelato da 7 kg, costa 4,60 dollari in più rispetto allo scorso anno, ma le previsioni dell’ufficio dell’azienda agricola potrebbero diminuire con l’avvicinarsi del 25 novembre.

Organizzazioni come Second Harvest Foodbank nel sud del Wisconsin stanno assistendo a una domanda di aiuti alimentari superiore al normale mentre i costi della spesa alimentare salgono alle stelle.

L’organizzazione no profit con sede a Madison fornisce cibo e ha rifugi in 16 contee, con cibo proveniente da donazioni e acquisti all’ingrosso. L’aumento dei prezzi del cibo ha spinto più persone del posto a cercare agenzie partner di Second Harvest Foodbank, ha affermato Chris Tazelaar, direttore delle comunicazioni per l’organizzazione.

READ  WhatsApp | Come recuperare le foto cancellate | Metodo | Applicazioni | Smartphone | trucco | virale | nda | nnni | GIOCO SPORTIVO

“Hanno già risorse molto limitate”, ha detto. “Perché il costo del cibo aumenti così com’è, significa solo che possono comprare di meno”.

Questi aumenti dei prezzi danneggiano una percentuale maggiore della popolazione e colpiscono le reti di aiuto che dipendono dalle donazioni. Un flusso costante di donazioni di solito mantiene rifornito Second Harvest Foodbank, ma dall’inizio della pandemia, Tazelar stima che l’organizzazione non profit abbia perso il 15% del suo flusso di donazioni. Si è rivolto ad aziende agricole, rivenditori e produttori di alimenti per fare la differenza.

Con la domanda in aumento prima del Ringraziamento, Tazelar afferma che i negozi di alimentari hanno aumentato i loro ordini nelle ultime tre settimane. I problemi relativi alla catena di approvvigionamento e alla concorrenza, insieme all’aumento dei costi alimentari, rendono questo periodo dell’anno ancora più impegnativo. Sottolinea che le persone aiutate da Second Harvest Foodbank sono le più colpite dall’aumento dei prezzi.

“Ovviamente possiamo vedere una fila di 50 auto, o 100 auto, e vederli guidare nel parcheggio, e quando si fermano, vedono le lacrime nei loro occhi perché sono così grati che stiamo ricevendo un piccolo aiuto”, ha detto Tazelar.

Connettiti con Voice of America! Iscriviti al nostro canale Youtube e attiva le notifiche, oppure seguici sui social: Sito di social network Facebooke Twitter NS Instagram.