Gennaio 17, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I consumi in Italia da alta inflazione ed energia EFE saranno puniti con 100.000 milioni

Alta inflazione e consumi energetici in Italia saranno puniti con 100.000 milioni

ROMA, 1 gen. (.) .- I consumi degli italiani si ridurranno di 100.000 milioni di euro nel 2022 a causa dell’inflazione superiore alle attese e del rincaro del gas sui mercati internazionali. , Stimato oggi dall’Associazione Consumatori Assoutenti.

“Le famiglie sono in una situazione molto precaria: da un lato sono afflitte dall’aumento dei prezzi, l’inflazione è stata del 3,7% (secondo l’Istituto Italiano di Statistica a novembre di ogni anno), dall’altro si trovano ad affrontare un aumento dell’energia elettrica e le tariffe del gas”, si legge in una nota dell’Associazione italiana.

“Una guerra che fa strage in termini di consumi. Aggiunto.

L’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (AERRA) stima che ogni famiglia italiana soggetta a un mercato all’ingrosso pagherà il 55% in più per l’energia elettrica e il 41,8% in più per il gas nel primo trimestre del 2022. L’anno scorso era il 2021, ma l’impatto sarebbe stato ancora maggiore se il governo di Mario Tracy non avesse congelato le quote fisse dell’organizzazione di 3, 3,8 miliardi e fornito sussidi alle famiglie vulnerabili.

Assoutenti ritiene che se l’inflazione supererà il 3% fino a giugno e ci sarà un aumento della bolletta energetica, i consumi delle famiglie, che in media superano i 900.000 milioni di euro l’anno, si ridurranno di 100.000 milioni. Livelli prebondemici, che si traducono in un basso costo di 3.850 euro per famiglia all’anno.

L’indice dei prezzi al consumo (IPCA) – misura dell’evoluzione dei prezzi uniformemente nell’area dell’euro – è aumentato del 3,9% su base annua in Italia a novembre.

Avviso legale: Fusion Media Vorrei ricordarti che i dati su questo sito Web non sono in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi forex non sono forniti dalle borse ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero differire dal prezzo di mercato effettivo, ad es. Pertanto Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite aziendali sostenute dall’utente per l’utilizzo di questi dati.

READ  Google Pay: salva, paga e gestisci

Fusion Media O chiunque sia associato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni derivanti dall’affidamento alle informazioni contenute in questo sito Web, inclusi dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto / vendita. Essere pienamente informati sui rischi e sui costi associati al trading sui mercati finanziari, che è una delle forme di investimento potenzialmente più rischiose.