Maggio 19, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I cubani festeggiano il Venerdì Santo dopo due anni di restrizioni dovute all’epidemia

I cristiani cubani sono scesi in piazza ancora una volta per celebrare il Venerdì Santo Dopo due anni di restrizioni imposte dal governo per prevenire la diffusione del Corona virus.

Le chiese ei loro parrocchiani hanno ricreato i viacrucis e hanno portato in piazza le immagini del Cristo Crocifisso e della Vergine Addolorata per ricordare la storia più importante della cristianità.

Nel capoluogo dell’isola, il corteo è partito dalla parrocchia di Cristo del Buen Viage e secondo quanto riferito dall’agenzia EFEProcuratore Generale e Consigliere dell’Arcidiocesi dell’Avana, Ramon Suarez PulcariHa esortato i cubani a “rimanere saldi nella fede e nelle buone azioni”.

Mentre si svolgevano le cerimonie religiose alla presenza del Cardinale Juan de la Caridad GarciaE ha lanciato una preghiera di perdono e riconciliazione e trascendi le divisioni.

Ha detto: “Ho una grande speranza che la vita torni com’era prima, anche se soffriamo ancora di questa malattia. Ci sono molte persone che non hanno perso la fede e oggi vengo a chiedere a Dio di aiutarmi”. La stampa estera accreditata a Cuba, Cuban, si è identificata come Ana Maria Martinez.

Il Venerdì Santo è stato celebrato anche in altre città cubane e la prova di disegno è stata registrata sui social network, con gli utenti di Facebook che hanno caricato le foto

Chema García ha condiviso un video di Camagüey, in cui si vedono i portatori portare un’immagine della Vergine al ritmo della musica che scandiva il ritmo dei partecipanti alla processione.

Un’altra foto è stata scattata da Baracoa, Guantanamo, dove decine di cittadini hanno camminato dietro la Vergine per le strade della prima città cantando inni religiosi.

READ  La Russia si aspetta provocazioni prima delle Olimpiadi cinesi

A Trinidad, Sancti Spiritus, ci sono state anche le celebrazioni, come ha mostrato Rolando Li in un reportage fotografico che mostrava istantanee del momento.

“Una delle celebrazioni religiose più radicate tra gli abitanti di questa città”, ha scritto Cuban su Facebook.

L’ultima parata del Venerdì Santo è stata a Cuba nel 2019prima che la pandemia di coronavirus costringesse tutti a rimanere a casa e ridurre le attività sociali, culturali e religiose.

Dopo molti anni di censura sulla chiesa e sui suoi festeggiamenti, Papa Benedetto XVI convinse l’allora presidente cubano Raul Castro a celebrare il Venerdì Santo sull’isola ea dichiararlo giorno festivo.

Non è stato ufficialmente terminato fino al 2014 E hanno aperto le porte delle chiese alla comunità per partecipare alla più importante celebrazione del cristianesimo.

Abbiamo bisogno del tuo aiuto:

Come te, migliaia di cubani Leggono e supportano il giornalismo indipendente di CiberCuba. La nostra indipendenza editoriale inizia con la nostra indipendenza economica: nessuna organizzazione di nessun paese finanzia CyberCuba. Creiamo la nostra agenda, pubblichiamo le nostre opinioni e diamo voce a tutti i cubani senza influenze esterne.

Il nostro giornale fino ad oggi è stato finanziato solo con pubblicità e denaro privato, ma questo limita quello che possiamo fare. Per questo chiediamo il tuo aiuto. Il tuo contributo finanziario ci consentirà di svolgere più giornalismo investigativo e aumentare il numero di collaboratori che riferiscono di Al Jazeera, pur mantenendo la nostra indipendenza editoriale. Qualsiasi contributo, grande o piccolo che sia, sarà di grande valore per il nostro futuro. A partire da soli $ 5 e in solo un minuto del tuo tempo, puoi collaborare con CiberCuba. Grazie.

READ  Indagine sulla repressione della polizia sugli immigrati haitiani negli Stati Uniti

Contribuisci ora